I ricercatori hanno scoperto il momento in cui l’umanità si è quasi estinta

I ricercatori hanno scoperto il momento in cui l’umanità si è quasi estinta

Le informazioni genetiche indicano che la popolazione mondiale è composta solo da circa 1.280 individui capaci di riprodursi. Questa piccola popolazione non si sarebbe espansa per circa 117.000 anni.

Le informazioni genetiche provenienti da 3.154 genomi umani – una raccolta di cromosomi e geni – hanno permesso agli autori dello studio di scoprire che circa il 98,7% dei nostri antenati morì durante questa fase, che potrebbe coincidere con drammatici cambiamenti climatici durante il Pleistocene medio, lungo e lungo. Era glaciale estrema. Il team ha utilizzato geni di 10 popolazioni africane e 40 non africane.

La CNN aggiunge che quel momento avrebbe portato alla nascita di una nuova specie che sarebbe “l’antenato comune degli esseri umani moderni, o Homo sapiens, e dei Neanderthal”.

Secondo lo studio, il controllo degli incendi e dei cambiamenti climatici, rendendo la vita umana più comoda, potrebbe aver contribuito al rapido aumento della popolazione 813.000 anni fa.

“Questa scoperta solleva molte domande, ad esempio dove vivevano questi individui, come sono sopravvissuti ai catastrofici cambiamenti climatici e se la selezione naturale durante un periodo di declino della popolazione ha accelerato l’evoluzione del cervello umano”, ha affermato Yi Hsuan, autore principale dello studio. Pan, uno scienziato genomico della East China University.

READ  Le 10 migliori offerte della domenica su Amazon, SeaDiscount, FNAC, Darity...

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *