I casi di cancro esofageo sono triplicati tra quelli sotto i 50

primario

  • L’aumento medio del numero di casi ogni anno è dell’1,5% negli uomini e del 3% nelle donne
  • Le persone sotto i 50 anni vedono tassi di sopravvivenza migliori perché sono più ricettivi ai trattamenti aggressivi
  • Il cancro esofageo è responsabile di 500.000 decessi ogni anno in tutto il mondo

Questo potrebbe essere un risultato diretto del fumo, di una dieta malsana e della mancanza di esercizio: i casi di adenocarcinoma esofageo sono aumentati drammaticamente negli ultimi 30 anni tra i soggetti sotto i 50 anni. Lo rivela uno studio condotto nei Paesi Bassi su quasi 60.000 pazienti presentati durante la settimana di UEG United European Gastroenterology). Questo aumento è in media dell’1,5% ogni anno per gli uomini e del 3% per le donne.

Il cancro esofageo è una malattia molto grave che uccide 500.000 persone ogni anno in tutto il mondo ed è il settimo tipo di cancro più comune. Esistono due tipi di questa malattia, l’adenocarcinoma esofageo associato all’obesità e la malattia da reflusso gastroesofageo e il carcinoma esofageo a cellule squamose principalmente associato al consumo di alcol e tabacco.

Le persone di età inferiore ai 50 anni rispondono meglio al trattamento

“Tutti i tassi di fattori di rischio nei giovani sono aumentati negli ultimi 30 anni”, ha affermato Ali Al Kaabi, autore principale di questo studio e ricercatore presso il Nijmegen Medical Center nei Paesi Bassi. E la parte peggiore di questo sviluppo della diffusione di questa malattia è che i pazienti sotto i 50 anni, per i quali l’aumento del numero di casi è maggiore, è che questi ultimi hanno maggiori probabilità di essere diagnosticati in un secondo momento. stadio incurabile. di quelli di età compresa tra 50 e 74 anni o più. Al contrario, quelli di età inferiore ai 50 anni rispondono al trattamento e hanno una maggiore sopravvivenza rispetto ai pazienti più anziani. Il tasso di sopravvivenza a cinque anni è del 99% quando i pazienti sono trattati in una fase iniziale, ma scende al 46% per i pazienti classificati come ‘curabili’ e al 32% per i pazienti incurabili. “Il divario di sopravvivenza si sta ampliando rispetto agli anziani e questo potrebbe riflettere il fatto che i pazienti più giovani hanno maggiori probabilità di essere trattati in modo più aggressivo con terapie multiple, chemioterapia e chirurgia che aiutano il recupero o prolungano la vita del paziente”, afferma Ali. Kaabi.

READ  I numerosi vantaggi della farina d'avena, la migliore opzione per la colazione

Il cancro esofageo è più difficile da trattare poiché la sua diagnosi può essere ritardata a causa di sintomi – problemi di deglutizione, nausea, bruciore di stomaco o indigestione – che sono difficili da rilevare e che possono essere confusi con altri. Sintomi gastrointestinali.

https://www.pourquoidocteur.fr/MaladiesPkoidoc/35-Reflux-gastro-oesophagien-une-brulure-acide-qui-monte-du-ventre-vers-la-poitrine

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *