Grecia, Italia e Antille.. Quanto spendono i francesi in vacanza?

Grecia, Italia e Antille.. Quanto spendono i francesi in vacanza?
Al mic Europe mercoledì sera, Laurent Abiteboul, presidente di Havas voyages e Sélectour, ha accolto con favore il fortissimo rilancio del settore dei tour operator, a quasi due mesi dall’inizio dello smantellamento. Ha anche preso atto del budget medio francese per un soggiorno di una settimana all’estero, a seconda della destinazione.

Colloquio

I francesi sono pronti a prendersi una vacanza degna di questo nome nonostante i dubbi sulla ripresa economica dopo un anno di crisi sanitaria? Laurent Abiteboul, presidente di Havas voyages e Sélectour, vuole crederci. “Le persone prenotano ovunque andiamo”, ha sottolineato mercoledì al microfono.sera europa, Segnalando un tasso di turnover dal 19 maggio “tra il 130% e il 150% del 2019 nello stesso periodo”. Tra le mete estere più gettonate: Spagna, Grecia, Tunisia, Italia e Croazia, assicura il nostro ospite. Ma per quale budget?

750 euro per l’Italia e 1500 euro per la Reunion

Per una settimana all inclusive in Tunisia, un francese vorrebbe spendere circa 500 euro a persona, dice Laurent Abiteboul. Questo budget sale a 700-750 euro per Grecia e Italia, 1.300 euro per le Antille e 1.500 euro per la Reunion. “Le province e i territori francesi d’oltremare, le Indie Occidentali e la Riunione stanno andando bene. Prima non andavamo molto nelle Indie Occidentali in estate, e lì ci andiamo perché il tempo è buono, perché è la Francia e perché è stato giù molto”, sottolinea il professionista che abbiamo. In aumento anche la durata del soggiorno, da una media di 7 giorni prima della crisi ai 12 giorni di oggi.

Rimane lontano dalla Francia per piccoli budget

“La destinazione della Francia rappresenta ancora il 50% delle prenotazioni delle agenzie”, osserva Laurent Abiteboul. Ironia della sorte, “i piccoli budget vanno all’estero più dei grandi budget”. Perché la Francia è cara e i viaggiatori con un reddito modesto tendono a preferire destinazioni lontane che spesso sono meno costose degli alloggi in Francia, a spese dell’aereo.

READ  Daniel Lavoie: "Non mi sono pentito di questo lavoro per un minuto"

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *