Google Maps mostrerà le zone a bassa emissione (EPZ)

Google ha deciso di fare un passo avanti per rendere “verde” il suo software cartografico, che ora indicherà la presenza di zone a bassa emissione (ZFE) sui percorsi degli utenti.

Il desiderio di ridurre l’inquinamento nelle aree urbane includerà il divieto di alcuni veicoli. Questo è Principio delle zone a bassa emissione, che sarà sempre più stringente e presente nei grandi blocchi francesi ed europei. In Francia, le autorità locali sono responsabili del divieto o dell’autorizzazione di determinati tipi di veicoli in base agli adesivi Crit’Air.

Così Google, tramite il suo sistema di mappe, ha deciso ora di fare riferimento a loro per abituare i suoi utenti. Ora, viene visualizzato un avviso quando ci si avvicina a tale area. Successivamente, è possibile saperne di più sulle EPZ attraverso l’applicazione. Così l’automobilista può scegliere in sicurezza.

“I prodotti Google stanno già aiutando le persone a fare scelte più sostenibili nella loro vita quotidiana, sia che si tratti di utilizzare Google Maps per trovare biciclette self-service e stazioni di ricarica per auto elettriche, sia di “utilizzare Google Voli per ordinare i voli a basse emissioni di carbonio””Google ha detto. “Continuiamo a investire in tecnologie, strumenti e informazioni come parte del nostro obiettivo. Vogliamo trovare nuovi modi per i nostri prodotti per aiutare un miliardo di persone a fare scelte più sostenibili entro il 2022”.

Questi avvisi sono già presenti su Google Maps e riguardano Amsterdam, Barcellona, ​​Berlino, Londra e Parigi. Alla fine raggiungerà altre grandi città europee.

READ  Rumor: la trilogia di GTA Remaster sta diventando sempre più reale

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *