Google Foto migliora il suo modulo ricordi

Google aggiornerà seriamente il modulo Memorie nella sua app Foto, che beneficerà di un’interfaccia migliorata, più video, collage e funzioni tecniche. Abbastanza per aumentare l’effetto della nostalgia!

Il Google Sta lanciando il suo più grande aggiornamento a Memories, un display circolare disponibile su Google Foto che evidenzia casualmente una selezione di vecchi scatti, dal suo lancio tre anni fa. Questa è una delle funzionalità più popolari del servizio, con oltre 3,5 milioni di ricordi visualizzati ogni mese. Dà una dimensione più user-friendly a Google Foto – Una libreria di foto online che memorizza automaticamente le foto scattate con il tuo smartphone in album, che possono poi essere condivisi con i tuoi cari. in Inserito sul suo blogGoogle ha annunciato che l’unità ora offrirà più movimento, video, musica e personalizzazione. Abbastanza per rivitalizzare seriamente questa unità con il suo carattere nostalgico attraverso Essence!

Google Foto: ricordi più vividi che mai

La scheda Ricordi sta subendo molte modifiche. Ora ci sono più video e Google sceglie i momenti migliori tra quelli più lunghi. Per quanto riguarda le immagini fisse, ora hanno il diritto di archiviare gli effetti Ingrandisci Molto efficace durante lo scorrimento delle presentazioni, dando loro più vita. Andando ancora oltre, la funzione Foto cinematografiche, un effetto 3D animato che separa il soggetto principale dallo sfondo, può incorporare una musica di sottofondo, come nell’app Foto periOS Per evidenziare la nostalgia causata dai cliché. Infine appare la funzione Stili: aggiunge una cornice intorno all’immagine. Dopodiché, alcuni di questi framework saranno limitati nel tempo e altri saranno realizzati in collaborazione con artisti.

READ  Nuovi giochi Xbox: uscite per la settimana del 14 marzo | Xbox Uno

Google Foto ora include strumenti di modifica per creare collage di foto utilizzando Ricordi. In questo modo è possibile selezionare le immagini da utilizzare e trascinarle all’interno del collage – selezionato tra più modelli – per organizzarne la collocazione. È quindi possibile effettuare regolazioni, ad esempio regolare la luminosità o il contrasto, e applicare direttamente i filtri. Tieni presente che gli abbonati a Google One che hanno più o meno spazio di archiviazione a seconda del formato hanno diritto a funzionalità aggiuntive, come la possibilità di regolare l’illuminazione nei ritratti o attivare la modalità HDR (High Dynamic Range) per aumentare la dinamica delle foto o l’accesso a più di 30 Stile da collezione aggiuntivo. Più che semplici aggiunte di benvenuto, soprattutto perché ora gli utenti possono condividere i propri ricordi con i propri cari, cosa che fino ad ora non era possibile. Al momento, questa opzione è disponibile solo in robotDovrebbe arrivare nelle prossime settimane su iOS e la versione web.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.