Gli sport Il Campionato delle Sei Nazioni: Bagno scozzese degli azzurri, Galles sacro

Saint-Denis – Con i piedi per terra. Il quindicesimo francese, che avrebbe dovuto segnare quattro tentativi e vincere per 21 punti per vincere il Campionato delle Sei Nazioni, ha perso sabato contro la Scozia (27-23) allo Stade de France.

Wells, che ha vinto quattro dei suoi cinque incontri, è sacra, a quattro punti dalla Francia. L’Irlanda completa il podio.

L’offerta dell’ala Dohan van der Merwe alla fine della partita ha cambiato il gioco per la Scozia, che ha vinto la Francia per la prima volta dal 1999.

La squadra Fabian Blues ha segnato tre tentativi, attraverso il terzino Brice Doolin (36 °), Damien Benaud (46 °) e il 2 ° Row Swan Ribbage (66 °), ma si sono inchinati con difficoltà dopo il cartellino giallo di Baptiste Serene (73 °).

Soprattutto, non sono riusciti ad allargare il distacco contro gli scozzesi sfrenati: utilizzando Finn Russell XXL, due tentativi di Duhan van der Merwe (15, 80 + 5) e uno di David Cherry (61). L’esterno finisce per essere il capocannoniere (5).

Perché credevano di essere in inferiorità numerica due volte, sui cartellini gialli di Stuart Haug (40) e sui cartellini rossi di Art Russell (71) …

Quindi, la quindicesima edizione 2021 della Francia finisce al secondo posto, appena dietro al gallese, e quindi, incoronata per la 28a volta nel torneo, sesta nell’era delle Sei Nazioni.

“Dopo la sconfitta, dobbiamo essere umili. Ma siamo arrivati ​​secondi in questa competizione per la seconda volta e in una competizione agguerrita. Dobbiamo anche sottolineare”, ha risposto deluso Fabian Galletti a fine partita.

I campioni d’Inghilterra scivolano al triste quinto posto, davanti all’eterno cucchiaio di legno italiano, che non vince il campionato dal 2015, una serie di 32 sconfitte consecutive.

READ  "Evenepoel è tornato al 100% e verrà al Giro per vincerlo"

Quinto titolo di Alon Wayne Jones

È il quinto titolo nella competizione per l’eterno capitano gallese Alon Wayne Jones. La leggendaria seconda serie di 157 selezioni, di cui 9 con leoni britannici e irlandesi, dovrà attendere sabato pomeriggio per alzare il trofeo, durante una festa organizzata al XV du Leek Training Centre.

Come nel 2020, il francese ha ottenuto il secondo posto eliminando il futuro vincitore allo Stade de France (Inghilterra 24-17 l’anno scorso e Galles 32-30 quest’anno). Con giocatori del calibro di Antoine Dupont o Roman Netamak, i Blues possono vedere la vita in rosa, ma ancora una volta questo non è abbastanza per vincere il loro primo campionato del Sei Nazioni dal 2010.

Lunedì la Francia passerà dal terzo al quinto posto nella classifica mondiale.

Da parte sua, Galthé può consolarsi dicendosi che, con due secondi posti consecutivi nel torneo, ha fatto la migliore apparizione dell’allenatore dai tempi di Jean-Claude Skrilla (terzo nel 1996 ma Grande Slam nel 1997).

Seduto sulla panchina dei Blues, l’ex mediano di mischia ha perso solo quattro dei suoi primi quindici incontri. Ma queste sconfitte, 17-28 in Scozia, poi 22-19 ai supplementari e 23-20 in Inghilterra, sono costate loro tre titoli: il Campionato 2020, la Coppa delle Nazioni d’Autunno e la Coppa delle Sei Nazioni 2021.

– Vendetta sulle foto –

I suoi predecessori, Jacques Brunel (quarto nel 2018 e 2019), Guy Novis (quinto nel 2016, terzo nel 2017), Philippe Saint-Andre (quarto nel 2012, sesto nel 2013) e Marc Livermont (terzo nel 2008 e 2009), no . Non si è comportato meglio nei primi due tornei.

READ  Ciclismo - Giro: Le chiamate hanno sorpreso MPCC

Anche Bernard LaPorte, l’attuale capo della FFR, ha certamente iniziato al secondo posto nel 2000, ma i Blues hanno concluso l’edizione del 2001 al quinto e penultimo posto.

Non sono sicuro che questa coerenza sia sufficiente per far sorridere il blues. Sabato hanno segnato tre tentativi, così nelle ultime due partite contro il XV du Chardon. Ma hanno messo i piedi sul tappeto a Twickenham, contro l’Inghilterra (23-20).

Peccato per un XV francese che sa adattarsi a tutto: la contro-squadra che ha approfittato del minimo sfondamento contro l’Italia (50-10) si è trasformata in una fredda bestia del realismo in Irlanda (15-13), prima di ottenere più allegro in Inghilterra (23) -20). E infine, per mostrare un grande personaggio a far deragliare Wells (32-30) sulla strada per il Grande Slam.

Contro la Scozia, i compagni di squadra Charles Olivon hanno dimostrato ancora una volta il loro abnegazione, ma non potevano (saperlo?) Per ottenere quel primo trofeo che avevano della settimana.

La giovane squadra francese, con poco meno di 26 e 24 pronostici in media al via, ha ancora qualche progresso da fare.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *