Gli editori di giornali chiedono trattative aperte con gli operatori dell’intelligenza artificiale

Gli editori di giornali chiedono trattative aperte con gli operatori dell’intelligenza artificiale

Ci andremo collettivamente ha spiegato Pierre Petillo, direttore generale dell’Alleanza. In particolare, i sindacati chiedono il rispetto del principio di opposizione degli editori (“opt-out”) all’utilizzo delle loro pubblicazioni per la formazione di motori di intelligenza artificiale o modelli di machine learning. Chiedono che il loro contenuto non venga utilizzato per “ Creare o rendere affidabili le risposte » Strumenti di intelligenza artificiale generativa.

Gli editori giornalisti ritengono che l’affidabilità e il costante aggiornamento delle proprie pubblicazioni, frutto del lavoro giornalistico, siano essenziali per la qualità e l’etica di questi nuovi strumenti. In un contesto caratterizzato da crescenti rischi di disinformazione, l’utilizzo di dati verificati sembra essere una questione cruciale affinché i servizi di IA generativa creino valore in modo sostenibile e responsabile. », si riferisce ad un comunicato stampa diffuso dalla SEPM.

Gli editori giornalisti chiedono che le loro pubblicazioni online siano protette dalla legge sulla proprietà intellettuale”. Non può essere utilizzato senza permesso o compenso, al di fuori di qualsiasi quadro contrattuale “L’obiettivo è.” Definire le condizioni tecniche e finanziarie, all’interno di un quadro contrattuale equilibrato, per garantire un accesso semplice, trasparente e autorizzato per i servizi di IA generativa alle testate giornalistiche, in cambio di un’equa condivisione del valore così creato. “.

La Public Information Journalism Alliance e il Syndicate of Magazine Editors (SEPM) rappresentano 220 editori, pubblicano 818 titoli e impiegano il 62% dei giornalisti. .

READ  Il nuovo sensore Isocell HM6 di Samsung si nasconde in Realme 9 4G

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *