Giro d’Italia – Dan Martin: “Non vedo l’ora di attaccare l’alta montagna”

Molto bene giovedì quando si arriva in cimaAscoli Piceno, E Martin confermato questa domenica alle Campo Felice che era in ottime condizioni e che era uno dei contendenti per il podio su questo Giro d’Italia. Dal quinto ai 10 secondi di a Egan Bernal (INEOS Grenadiers) sopra il lotto, l’irlandese di formazione Israele Start-Up Nation finito nella ruota di Remco Evenepoel (Deceuninck-Quick Step). Un risultato che gli permette di salire al nono posto della classifica generale e che comunque gli fa venire voglia di affrontare montagne molto alte, come ha spiegato sul sito della sua squadra.

Video – Giro d’Italia – Egan Bernal 9a tappa, Dan Martin 5a

“Era un giorno in cui potevamo perdere la gara …”

“Ero un po ‘sopraffatto quando siamo arrivati ​​alla sezione sterrata, ma alla fine sono riuscito a mettermi in una posizione abbastanza decente. È stata una salita difficile perché quando si pedala sullo sterrato non si può non alzarsi davvero sui pedali, anche se è qui che normalmente creo la mia più grande potenza. Inoltre, molti dei ragazzi in fuga sono stati presi e bloccati, il che mi ha costretto a rallentare un paio di volte in finale, il che non era proprio l’ideale. È stato un giorno in cui potevamo perdere la gara e sono felice di restare dove eravamo. Non vedo l’ora di attaccare la gara adesso. alta montagna”, conclude l’irlandese.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *