Giro d’Italia | Caleb Ewan festeggia, Antoine Duchesne e compagni si tengono fuori dai guai

Tutti gli elementi erano pronti per l’arrivo di un gruppo mercoledì a Cattolica per la quinta tappa del giro d’Italia. Il minimo che possiamo dire è che i corridori non hanno deluso in una splendida finale, questa volta Caleb Ewan ha vinto.


Matthew Fontaine
Sportcom

Dopo aver capitalizzato l’ottimo lavoro dei suoi compagni di squadra al Lotto Soudal, l’australiano ha superato l’italiano Giacomo Nisolo (Qhubeka ASSOS) negli ultimi metri della manifestazione per firmare la sua quarta vittoria nella sua carriera al Giro.

Il Quebec Antoine Duchesne (Groupama-FDJ) ha raggiunto il traguardo a 109e Classifica e finisci allo stesso tempo il vincitore. “È stato più facile per me oggi (mercoledì), anche se il gruppo era molto teso nella seconda parte. C’erano venti laterali, quindi è stato molto veloce e molto teso”, ha detto al termine di questa gara, che è stata disputata su una pista pianeggiante della lunghezza di 177 chilometri.

Foto di Nicholas Goetz

Antoine Duchesne

Comme ce fut le cas lors de l’étape présentée dimanche, les Italiens Umberto Marengo (Bardiani-CSF-Faizanè) et Filippo Tagliani (Androni Giocattoli-Sidermec) ont tenté leur chance en lançant une échappée hâtive se rais n’ontive pu, mais non vivere fino alla fine.

Il gruppo è stato attivato a meno di cinque chilometri dalla fine, con diverse parti tecniche che hanno dato del filo da torcere ai passeggeri. Uno dei favoriti per vincere questo 104e Giro, basco Michael Landa (Bahrain – Victorious) è caduto ed è stato costretto al ritiro.

Più positiva la rosa di Groupama-FDJ, che ha saputo evitare varie trappole e mantenere la maglia bianca del miglior giovane portato dall’ungherese Attila Walther, 78 annie Oggi.

READ  Foto: Jan Castex ha regalato al Papa la maglia di Lionel Messi

“Siamo rimasti insieme senza rischiare e abbiamo incrociato le dita”, ha detto Duchesen con un tocco di umorismo. “Alla fine è andata bene e tutti sono finiti davanti”.

Da parte sua, il detentore della maglia rosa Alessandro de Marchi (Israel Start-up Nation) ha concluso la giornata con il gruppo principale e piazzandosi 42e. L’italiano mantiene la leadership in classifica davanti al belga Luis Vervaeck (Albicin-Phoenix) a 42 secondi di distacco.

Giovedì è in programma una strada di montagna a margine della sesta tappa. I corridori percorreranno poi i 160 chilometri che finiranno ad Ascoli Piceno. “Questo è il tipo di tappa in cui dobbiamo provare qualcosa, quindi proveremo sicuramente a lanciare qualcuno in una pausa”, ha concluso un ciclista di Saguenay.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *