Felix Auger-Aliassime nella finale di Firenze

Il Kipker Felix Auger-Aliassime non ha perso tempo nelle semifinali di Firenze di sabato, battendo il favorito del pubblico Lorenzo Mossetti con un duro colpo.

La FAA ha impiegato solo un’ora e 24 minuti per mettere a tacere Musetti in due set di 6-2 e 6-3.

Ci saremmo potuti aspettare una lotta più dura tra la prima e la terza testa di serie del campionato ATP 250 Series. Auger-Alessem ha dominato le palle ma ha vinto non meno dell’81% dei rally quando ha colpito la sua prima di servizio.

Mussetti, numero 28 al mondo, non ha saputo sfruttare le uniche due occasioni di break che gli sono state propinate durante l’incontro. Al 22enne è bastato rubare tre volte il servizio all’avversario per porre fine alla polemica.

Spinto dall’energia della disperazione, Musetti salva due match point con il punteggio di 5-3 nel secondo set e costringe la FAA a scontare la vittoria. Tuttavia, questo esercizio è stato inutile, perché la persona che indicava il 13° posto nella classifica ATP ha chiuso il suo avversario nella partita successiva.

Nel gran finale, Auger-Aliassime cercherà di ottenere un secondo titolo professionistico. Sarà considerato il miglior candidato contro JJ Wolff (75° posto). Ha sconfitto in semifinale lo statunitense di Svezia Mikael Ymir (99° posto) in due set identici 6-4.

Diallo è partito per la gloria

In Connecticut, il giovane Montrealer Gabriel Diallo è stato impeccabile in un duello contro l’americano Alafia Ayeni al Fairfield Championship e potrebbe vincere il suo secondo titolo Challenger in meno di due mesi.

Il gigante 21enne ha schiacciato Aene in due set 6-3 6-1. Ha approfittato del suo primo match point per vincere in 1 ora e 8 minuti.

READ  OM e OL in competizione per il trasferimento di Veretout?

Diallo, che ha recentemente incoronato il Granby Challenger, dovrà sconvolgere la finale per rivendicare la vittoria. Riferendosi al 324° rango, affronterà un avversario molto migliore sulla scacchiera mondiale che è l’americano Michael Moh (133).

Mordi il Pospisil

Insieme a Ismaning, il canadese Vasek Pospisil è stato la nuova vittima del più grande sconvolgimento di questo Challenger: il tedesco Max Hans Rehberg.

Davanti al pubblico di casa, Reiberg, il 596esimo giocatore al mondo, ha sconfitto il canadese nei set 6-4, 7-6 (2).

Nonostante avesse 23 assi – contro i soli cinque di Reiberg – Pospisil ha vinto solo il 69% degli scambi quando aveva il possesso palla, molto più basso dell’avversario (77%).

Il colombiano britannico in particolare ha strappato lo status di secondo servizio, avendo il sopravvento solo nel 48% degli scambi.

Costante, Reiberg non ha fornito un punto di arresto per la 122a racchetta di Pospisil nel mondo. Aveva solo bisogno di sfruttare una delle sue sette possibilità di breakout per vincere il duello.

Il 19enne affronterà la testa di serie più alta del torneo, il francese Quentin Halles (78°).

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.