Facebook non utilizzerà più il riconoscimento facciale sulla sua piattaforma

(New York) Facebook ha annunciato martedì che, sulla sua piattaforma, non utilizzerà la tecnologia di riconoscimento facciale che, dal 2010, identifica una persona nelle foto o nei video pubblicati sul social network.


Il gruppo californiano coinvolto in scandali sul suo modello di business ha anche indicato che cancellerà i dati di riconoscimento facciale accumulati su oltre 1 miliardo di utenti, secondo una dichiarazione.

“Questo cambiamento segnerà uno degli sviluppi più significativi nell’uso del riconoscimento facciale nella storia di questa tecnologia”, ha osservato Jerome Bisenti, vicepresidente dell’azienda responsabile dell’intelligenza artificiale.

“Più di un terzo degli utenti di Facebook ha ogni giorno il riconoscimento facciale e può essere riconosciuto”, ha affermato. Pertanto, verranno cancellati “più di un miliardo di forme digitali di riconoscimento facciale”.

Questa mossa inaspettata significa che alcuni popolari strumenti di rete non funzioneranno più: quando un utente pubblica una foto, l’algoritmo non indovinerà più i nomi delle persone su di essa, ad esempio.

Meta, la nuova società madre di Facebook e delle sue altre piattaforme (Instagram, WhatsApp, ecc.), si rende conto che questa tecnologia può essere utile quotidianamente, soprattutto per sbloccare lo schermo dello smartphone.

Desta anche “molte preoccupazioni”, ha detto Girolamo Bisenti, soprattutto perché le autorità devono ancora fornire “regole chiare” sul suo utilizzo. “Data l’attuale incertezza, riteniamo che sia appropriato limitare l’uso del riconoscimento facciale a un numero limitato di casi”.

Facebook sta attualmente affrontando ondate di accuse relative alla fuga di documenti interni orchestrata dal whistleblower.

L’informatica Frances Hogan ha affermato, davanti al Congresso degli Stati Uniti e al Parlamento europeo o ai partecipanti al Web Summit di Lisbona, che il social network antepone i suoi profitti alla sicurezza degli utenti.

READ  Ash Scotty from Star Trek aboard the International Space Station

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *