Facebook lancia stanze audio dal vivo e incorpora podcast

In un momento di crescente popolarità dei podcast e delle chat room vocali, Facebook ha lanciato le sue sale audio dal vivo in Francia lunedì 11 ottobre.

Ispirandosi a quanto fatto per i video – rendendo possibile offrire dei veri e propri software di editing tascabile per modificarli – Facebook ha scelto di introdurre nuovi strumenti per includere questa volta uno studio audio dedicato. Sono state appena rivelate tre esperienze chiamate Soundbites, Podcast e Live Audio Rooms.

Sale acustiche dal vivo ispirate alla Clubhouse

Le live sound room o live sound room sono state annunciate lo scorso aprile per riconquistare il loro successo dopo il successo del social network Clubhouse, e oggi raggiungono molti paesi. Si basa su stanze dove gli utenti possono venire a discutere di argomenti scelti dall’organizzatore. Come un piccolo studio radiofonico. “Tutti i personaggi pubblici e tutti i creatori approvati avranno l’opportunità di ospitare sale acustiche dal vivo”, spiega Sito di social network Facebook Francia.

Allo stesso tempo, gli amministratori del gruppo possono, se lo desiderano, aprire sessioni di chat vocale con i propri membri.

Inoltre, il social testerà la possibilità di creare sale audio dal vivo tramite uno smartphone Android, ma sarà possibile ascoltarle anche tramite computer. Non è stata annunciata una data di rilascio di iOS.

Facebook fa molto affidamento su questo servizio, soprattutto perché 1,8 miliardi di utenti sono collegati a uno o più gruppi secondo Facebook.

Quando Facebook ha dettagliato questa nuova opzione lo scorso aprile, è stato stabilito che gli utenti di Live Audio Rooms sarebbero anche in grado di trasformare la conversazione gratuita in un podcast per la trasmissione successiva e le conversazioni di archivio. Mentre i creatori di contenuti saranno in grado di monetizzare i loro servizi. Possiamo anche immaginare vetrine private (a pagamento?) curate da artisti musicali.

Vale la pena notare che Facebook fornirà strumenti audio (effetti sonori, musica royalty-free, ecc.) attraverso una nuova funzione chiamata Sound Collection. “Grazie ai progressi che abbiamo fatto nell’intelligenza artificiale, possiamo rendere la qualità del suono molto buona, anche se stai registrando nel mezzo di una strada trafficata”, afferma la rete.

Campioni audio per la condivisione

Altri servizi audio sono in fase di sviluppo e offerti, ma attualmente solo negli Stati Uniti. È il caso della funzione Soundbites, che ti consente di modificare brevi messaggi vocali da condividere con i tuoi amici. Barzellette, poesie, idee, inizi di canzoni… Lo strumento dovrebbe permetterti di liberare la tua creatività e le tue idee. Come tic toc La mia voce. Anche se già immaginiamo che questo tipo di contenuti debba essere regolamentato, come nel caso dei messaggi di odio in rete.

FILE PODCAST INTEGRATI NELL’APP

guadagnando popolarità con i podcast, rete sociale Ha scelto di incorporarlo nella sua piattaforma. Più di 170 milioni di persone sono già iscritte a centinaia di migliaia di pagine di podcast su Facebook e più di 35 milioni di persone sono membri di gruppi di appassionati. Podcast. Tuttavia, fino ad ora, dovevi lasciare l’app di Facebook per ascoltare gli episodi”, spiega Facebook.

I podcast di Facebook sono attualmente disponibili solo attraverso l’Atlantico, ma dovrebbero arrivare anche nei prossimi mesi. La rete ti permetterà di ascoltarlo dal vivo tramite la sua app e anche in sottofondo, spieghiamo. Facebook aggiunge che potrà anche suggerire podcast secondo i gusti dei suoi utenti. Un modo per recuperare più dati personali su di esso.

READ  Il 14% delle barriere coralline è scomparso in 10 anni

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *