F1: Una pista favorevole per Lance Stroll in Italia

Dopo una gara incoraggiante a Zandvoort, Lance Stroll tornerà a Monza, terreno di caccia che gli ha fatto bene in passato, in occasione del Gran Premio d’Italia.

• Leggi anche: Jacques Villeneuve presto guiderà una vettura di F1

• Leggi anche: Gran Premio d’Olanda: Max Verstappen vince in casa

È qui che è diventato il pilota più giovane nella storia della Formula 1 a partire in prima fila, nel 2017. È anche arrivato tra i primi nove lì, incluso il terzo nel 2020, ogni volta che è uscito, con un’eccezione. Nel 2019 era già settimo quando è stato catturato da Sebastian Vettel, che è tornato in pista molto goffamente dopo un testacoda.

Aggiungete a ciò una prestazione stimolante nei Paesi Bassi domenica e ci sono tutte le ragioni per credere che i Quebecers siano pieni di fiducia in Lombardia. Dovrà però cercare ancora una volta di posizionarsi bene prima della gara, una sfida che rimane irrisolta con l’AMR22 costantemente in difficoltà durante le prove di qualificazione.

“Ho dei bei ricordi di Monza”, ha dichiarato Stroll in una dichiarazione dell’Aston Martin. È incredibilmente veloce, è bello ed è una bella sfida; Lo amo. Abbiamo fatto bene a Spa ea Baku, due circuiti simili con poca potenza, ma come abbiamo visto, è sempre difficile entrare nelle vetture a punti. Quindi, se riusciamo a qualificarci bene, dobbiamo essere in partita per ottenere qualche punto”.

Stroll, che per un raro periodo ha completamente dominato il compagno di squadra Vettel a Zandvoort, rimane a 15 punti dal tedesco in classifica.

Nuovo arrivato

Inoltre, Vettel lascerà il posto a Nyck de Vries nella prima sessione di prove libere del GP. Ogni squadra è tenuta a schierare giovani aspiranti almeno due volte durante la stagione.

READ  In "Fort Boyard" le tigri 3D sono così

L’olandese sarà nella terza seduta. Il campione del mondo di Formula E 2021 si è già messo al volante delle monoposto Mercedes e Williams a inizio anno.

“Questa sarà la mia terza sessione della stagione – nel terzo telaio diverso della Formula 1 – e queste opportunità mi hanno dato una grande visione di come lavorano e operano le vetture e i team di Formula 1″, ha detto de Vries. Spero di poter portare una nuova prospettiva al team AMF1 ed essere in grado di intraprendere un programma di corse che sarà vantaggioso per entrambi”.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.