Estate nell’Aude: Amphoralis e la scoperta di Narbo Martius

Il Museo Amphoralis, come l’Horreum romano, fa ora parte dei rami della Narbo Via. L’opportunità, a dieci minuti da Narbonne, di scoprire un museo con monumenti unici in Europa.

Al termine di una stradina, nelle Sallèles d’Aude, è stato allestito un museo che racconta il formidabile passato di Narbonne in epoca romana. Narbo Martius, “la figlia maggiore di Roma fuori dall’Italia”, possedeva uno dei porti più grandi dell’impero. Nel 1976 abbiamo scoperto un vero laboratorio di vasai non lontano dall’attuale sito di Amphoralis.

Un museo unico in Europa

La sala principale del museo si affaccia sul sito di scavo che ha permesso di scoprire decine e decine di fiaschi. Posta su palafitte, la struttura permette di comprendere, dall’inizio alla fine, il percorso di acquisizione delle famose anfore da vino Gauloises 4. Dalla produzione alla commercializzazione passando per la cottura, i pannelli spiegano a fondo il processo e riprendono con un breve filmato che ne spiega la storia contesto. Sono stati realizzati anche materiali da costruzione come piastrelle o mattoni, così come le posate. La visita non finisce qui. Attraverso una strada terminale si giunge al villaggio dei vasai dove si riproducono analogamente le fornaci e gli habitat dei precedenti occupanti. Non lontano da lì, il giardino dei vasai offre più di 160 specie diverse, e scopriamo la coltivazione dei tipi di legno necessari alla cottura della terra.

Aperto dal martedì alla domenica, dalle 10:00 alle 18:00. A partire da 5€, calcola 7€ per una visita guidata. Polizza gratuita completa.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.