Esclusivo – L’Italia spinge per indebolire la promessa di finanziamento dei combustibili fossili

La spinta dell’Italia arriva mentre i delegati di quasi 200 paesi si preparano per un vertice delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici la prossima settimana in Egitto, dove i leader mondiali cercheranno di concordare misure più severe per affrontare il riscaldamento globale. la pianta.

Un gruppo di ministri prevede di rilasciare una dichiarazione congiunta giovedì in cui si impegnano a porre fine al sostegno al commercio pubblico e ai finanziamenti all’esportazione per i progetti di combustibili fossili all’estero entro la fine del 2022.

Il sostegno al credito all’esportazione può includere assicurazioni, prestiti e garanzie sui prestiti per aiutare le società nazionali a vendere beni e intraprendere progetti all’estero.

I paesi, che insieme formano il gruppo “Export Finance for Future”, sono Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Spagna, Svezia e Gran Bretagna.

Tutti questi paesi si sono impegnati a porre fine al finanziamento pubblico estero dei combustibili fossili al vertice delle Nazioni Unite sul clima dello scorso anno e ora si trovano in diverse fasi per tradurre tale impegno in politiche ferme, sullo sfondo di una crisi energetica dopo che la Russia ha interrotto i flussi di gas verso l’Europa, spingendo governi di affrettarsi ad acquistare gas non russo.

Una bozza di dichiarazione dei governi, vista da Reuters, afferma che sarebbero d’accordo a porre fine a tutto il nuovo commercio ufficiale diretto e ad esportare il sostegno finanziario per “l’esplorazione, la produzione, il trasporto, lo stoccaggio, la raffinazione, la distribuzione di carbone, petrolio greggio, gas naturale e produzione di energia”.

Tre fonti che hanno familiarità con le discussioni hanno detto a Reuters che l’Italia aveva chiesto di rimuovere l’elenco specificando quali attività di combustibili fossili avrebbero perso tale supporto.

READ  La brochure online di Italyscape, incoming Italy

Le fonti hanno affermato che l’Italia voleva anche eliminare parte della dichiarazione in cui si affermava che qualsiasi eccezione al divieto dei combustibili fossili doveva essere in linea con la scienza del clima e un rapporto dell’Agenzia internazionale per l’energia del 2021. Questo rapporto afferma che nessun nuovo progetto di estrazione di combustibili fossili può essere sviluppato se il mondo vuole limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius al di sopra dei livelli preindustriali.

“L’Italia obietta che non c’è coerenza tra l’obiettivo di raggiungere l’autonomia strategica dalla Russia e l’impossibilità di finanziare le infrastrutture necessarie”, ha detto a Reuters un funzionario informato sulla posizione. Da Roma.

L’agenzia italiana di credito all’esportazione SACE ha rifiutato di commentare.

Mentre i paesi cercano di bilanciare la lotta contro il cambiamento climatico con la loro risposta a breve termine alla crisi energetica, alcuni, tra cui la Germania, hanno suggerito che sono necessari nuovi investimenti nei giacimenti di gas.

I paesi stanno ancora negoziando la bozza di dichiarazione, che potrebbe cambiare prima che venga rilasciata giovedì.

Un’e-mail interna del governo tedesco, vista da Reuters, ha confermato che un paese si è opposto a questa sezione della bozza di dichiarazione, senza specificare quale.

Il ministro dell’Economia tedesco ha rifiutato di commentare.

Un rapporto Export Finance for Future pubblicato a maggio affermava che i 10 paesi coinvolti avevano impegnato 29,8 miliardi di euro (29,50 miliardi di dollari) a sostegno del credito all’esportazione per progetti di combustibili fossili nel 2015. 2020.

L’Italia è stato il più grande finanziatore di combustibili fossili all’interno del gruppo, impegnando 8,4 miliardi di euro durante il periodo, con progetti a valle di petrolio e gas e centrali elettriche a gas tra i progetti.

READ  Meloni assicura di "non avere problemi con la Francia"

($ 1 = 1.0100 euro)

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.