Epatite A: astinenza da mango congelato

Agenzia di sanità pubblica del Canada (PHAC) Indagine sull’epidemia di infezione da virus dell’epatite A, in Quebec e Nuova Scozia, relativo ai prodotti di mango congelati.

“Sulla base dei risultati delle indagini finora, è stato stabilito che il consumo di mango congelato era la probabile causa dell’epidemia. Due delle persone che si sono ammalate hanno affermato di aver mangiato mango congelati prima che la malattia si manifestasse. I manghi rimanenti sono stati lasciati in una dichiarazione di sabato “, ha dichiarato sabato la Primary Health Care Corporation. Gli articoli congelati sono stati raccolti dalle case dei pazienti e un test ha rivelato la presenza del virus dell’epatite A.

I prodotti richiamati sono stati venduti con vari marchi e distribuiti, tra gli altri, in Quebec, Ontario, Saskatchewan, Manitoba, New Brunswick e Nuova Scozia.

è un:

  • Mango Frozen, marca Nature’s Touch, in formato da 2 kg (CUP 8 73668 00180 7);
  • Grandi lacune, per complimenti (600 g, UPC 0 55742 50430 9);
  • Pezzo di mango, marca Irresistibles (600 g, UPC 059749 87600 1);
  • Pezzi di mango President’s Choice (600 g, UPC 0 60383 99387 0).

Tutti i prodotti hanno la scritta “Da consumarsi preferibilmente entro novembre 2022” sulla confezione.

L’infezione da virus dell’epatite A di solito si presenta con febbre, sensazione di malessere generale, perdita di appetito, nausea, vomito e disturbi addominali. L’infezione può anche causare ittero (ingiallimento della pelle e bianco giallo degli occhi), urine scure (marroni) e feci pallide.

I sintomi possono comparire fino a 50 giorni dopo aver mangiato cibo contaminato.

Chiunque abbia consumato un prodotto interessato dal richiamo del prodotto è incoraggiato a consultare un professionista della salute.

READ  Cancro del colon-retto: gli antibiotici un importante fattore di rischio prima dei 50 anni

Al 31 luglio 2021 sono stati confermati tre casi di epatite A: due in Quebec e uno in Nuova Scozia. Non si hanno notizie di ricoveri o decessi. L’età delle persone che hanno contratto la malattia variava dai 23 ai 63 anni”, anche se l’organizzazione federale ha stabilito.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *