EDITO – Italia – Il canto delle sirene populiste…

Tra pochi giorni in Italia si insedierà un nuovo governo. Non uno qualsiasi, dal momento che è una coalizione di estrema destra in cui la destra tradizionale è diventata un semplice tirapiedi. È la prima volta nella storia dell’Unione europea che un membro fondatore così importante è passato al lato oscuro del potere politico.

Il futuro presidente del Consiglio italiano, Giorgia Meloni, leader di un partito postfascista, mantiene i migliori rapporti con Marine Le Pen, il premier ungherese Viktor Orban o con gli estremisti di Vox in Spagna.

E i primi segnali lanciati dalla nuova maggioranza italiana non rassicurano l’Europa, anzi: elezione alla presidenza del Senato di un nostalgico del fascismo che colleziona oggetti che portano l’effigie di Mussolini e, alla Camera, di un fondamentalista cattolico , omofobo e contrario ai diritti delle diversità. Vicino a Putin, ha anche sentito questa settimana che le sanzioni contro la Russia potrebbero trasformarsi in un boomerang per l’Europa… Quanto a Berlusconi, che rappresenta l’ala “moderata” della maggioranza, ha annunciato di aver rinnovato i legami con il suo “grande amico” Putin al quale ha inviato una cassa di vino italiano accompagnata da una lettera “gentile”…

Per chiarire chiaramente le proprie intenzioni, la nuova maggioranza ha appena presentato un disegno di legge per vietare l’aborto. Ciò non sorprende, ma conferma che il voto resta, nonostante l’apoliticità ambientale, un importante strumento democratico che non va mai usato alla leggera o snobbato. Tutti i paesi che hanno ceduto al canto delle sirene populiste ed estremiste se ne sono presto pentiti. E molto presto sarà così anche in Italia. In Belgio, le elezioni sono previste per il 2024. Questo dà agli elettori un po’ di tempo per riflettere sul reale impatto dei loro voti e ai partiti di governo un buon anno per convincere l’opinione pubblica della loro utilità.

READ  Russell: "Ci sarà una carneficina in gara" - Piloti F1 - Formula 1

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.