Dopo uno scarso voto di fiducia, Mario Draghi deve lasciare il potere

Pubblicato in: la media :

Giornata pazza in Italia »: Potrebbe essere il titolo di un film, ma in realtà questa frase riassume la drammatica fine del governo di unità nazionale di Mario Draghi. Il Presidente del Consiglio si è assicurato la fiducia del Senato, ma con un numero molto ridotto di voti. Dopodiché, presenta le sue dimissioni irrevocabili al Capo dello Stato.

Con il nostro inviato a Roma, Anne Le Nir

Giovedì 21 luglio Mario Draghi si recherà al Quirinale per informare il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, della sua decisione di gettare la spugna una volta per tutte.

E per una buona ragione: al Senato ha trovato impossibile ricostituire la stessa maggioranza nata sotto la sua guida nel febbraio 2021. Tre dei suoi partiti di maggioranza, La Ligue, Forza Italia e Movimento 5 Stelle, non hanno partecipato. In questo voto di fiducia: 95 hanno votato sì e 38 no dei 133 parlamentari presenti, mentre il Senato conta 315 eletti e 5 a vita.

Per rispetto delle istituzioni, parlerà giovedì mattina davanti alla Camera dei Deputati, come previsto. Successivamente, bisognerà attendere la fine della sua intervista a Sergio Mattarella per avere un’idea degli orientamenti del capo dello Stato, il cui ruolo sarà determinante, come in ogni crisi di governo.

Secondo i principali quotidiani come La Repubblica E il No StampaGli italiani non sfuggiranno alle elezioni anticipate che potrebbero svolgersi all’inizio di ottobre.

Secondo Lynda Dematteo, ricercatrice all’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales e specialista in Italia, Forza Italia” Deluso dal discorso di Mario Draghi “Perché il diritto tradizionale” Non vuole più governare con il movimento a 5 stelle “Il primo ministro” ha dato garanzie per questo movimento: La caduta di questo governo sta provocando scismi anche all’interno dei partiti politici italiani ‘, aggiunge.

Questa nuova svolta politica Con sgomento della maggior parte degli italiani, delle parti sociali e dei sindaci La stragrande maggioranza di loro voleva che Mario Draghi rimanesse in carica, secondo Linda DiMatio.

La caduta del governo Draghi è “vista con occhi molto cattivi dalla maggior parte degli italiani, dalle parti sociali e dai sindaci”, ha affermato Linda DiMatio, ricercatrice presso la Scuola Superiore di Scienze Sociali specializzata in Italia.

Il commissario europeo all’Economia denuncia gli “irresponsabili” che hanno lasciato andare Draghi

Condannato il commissario europeo per l’Economia d’Italia, Paolo Gentiloni Irresponsabile “I partiti della Coalizione di unità nazionale che abbandonano il presidente del Consiglio Mario Draghi sono un rischio” provocare una tempesta “.” Temiamo i mesi difficili, ma siamo un grande Paese Ha scritto sul suo account Twitter.


Da leggere anche: Firma di un importante contratto di petrolio e gas tra Sonatrach, Eni, Total e Occidental in Algeria

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.