Dopo sei mesi su Marte, l’elicottero della NASA ha raggiunto nuove vette

(Washington) doveva decollare solo un massimo di cinque volte. Dopo un elicottero della NASA su Marte, intelligenzaOra è al suo dodicesimo volo. Non c’è dubbio di fermarsi qui ancora.


Lucy Obourg
Agenzia di media Francia

Di fronte al clamoroso successo della missione, l’agenzia spaziale statunitense l’ha prorogata a tempo indeterminato. L’elicottero è diventato il compagno di viaggio del rover determinazioneLa sua missione è cercare tracce di vita antica su Marte.

“Tutto sta andando bene”, esulta Josh Ravic, capo del team di ingegneria meccanica di Ingenuity. “Stiamo facendo un lavoro migliore del previsto sulla superficie di Marte”.

Centinaia di persone hanno contribuito al progetto, anche se oggi solo una decina di persone sono realmente coinvolte. Josh Ravich si è unito al team cinque anni fa. “Quando ho avuto l’opportunità di iniziare a lavorare sull’elicottero, ho avuto la stessa reazione: è anche possibile ‘volare su Marte?'”

La sfida è grande, perché la densità dell’aria marziana è equivalente solo all’1% dell’atmosfera terrestre. In confronto, sulla Terra, sarebbe come pilotare un elicottero a un’altitudine di 30 km.

intelligenza Ha dovuto anche resistere al decollo su un razzo e all’atterraggio sul Pianeta Rosso, il 18 febbraio, dopo sette mesi di viaggio sospeso con il veicolo da cui si è poi separato.

Altre difficoltà: sopravvivere alle gelide notti di Marte, riscaldarsi grazie ai pannelli solari che durante il giorno ricaricano le batterie. E vola in modo autonomo grazie a una serie di sensori, perché i ritardi di comunicazione tra Terra e Marte impediscono la trasmissione di istruzioni in tempo reale.

READ  Presto sarà possibile valutare la propria frequenza cardiaca utilizzando il proprio smartphone

riflettore

19 aprile intelligenza Effettua il primo volo storico di un veicolo robotico su un altro pianeta. Ha superato tutte le aspettative, poi ne ha raggiunte altre undici.

“Siamo stati in grado di affrontare venti più forti di quanto pensassimo”, afferma Josh Ravich.

“Nel terzo volo, abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi meccanici […] E abbiamo raccolto tutte le informazioni che avremmo potuto sperare”, ha detto all’AFP questo dipendente del leggendario Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA responsabile dell’imbarcazione.

Da allora, l’altezza di quest’ultimo è salita a 12 metri e il suo ultimo volo è durato 2 minuti e 49 secondi. In totale, ha percorso 2,6 chilometri.

All’inizio di maggio, Ingenuity ha effettuato il suo primo volo di sola andata senza ritorno, atterrando sulla pista inizialmente accuratamente selezionata per il suo primo mese.

Il suo sesto volo poi è stato movimentato: dopo essere stato gravemente scosso da un malfunzionamento nelle foto scattate in volo per aiutarlo a stabilizzarsi, è riuscito finalmente ad atterrare sano e salvo, e il problema è stato risolto.

intelligenza Ora viene inviato come torcia per scattare foto con una telecamera a colori – l’unico strumento di bordo che non è necessario per il suo corretto funzionamento.

L’obiettivo è duplice: garantire che la strada sia sicura per i rover, ma anche che sia effettivamente di interesse scientifico, in particolare da un punto di vista geologico.

Ken Farley, Direttore Scientifico presso determinazioneSpiega come sono state scattate le foto durante il dodicesimo volo intelligenza Da una zona chiamata South Seitha si è rivelata meno interessante di quanto precedentemente considerato. Quindi i ricercatori potrebbero abbandonare l’idea di mandare lì il rover.

READ  Il modulo scientifico russo Nauka attaccato alla Stazione Spaziale Internazionale | mondo | notizie | il Sole

condizioni favorevoli

Dopo più di sei mesi sul Pianeta Rosso, la piccola macchina da 1,8 kg ha guadagnato notorietà presso il grande pubblico, e viene proposta sia su tazze che su magliette in vendita online.

Qual è il segreto della longevità?

L’ambiente è stato “finora molto collaborativo: temperature, vento, sole, polvere nell’aria…”, spiega Josh Ravitch. “Fa ancora molto freddo, ma poteva andare peggio.”

In teoria, l’elicottero può ancora funzionare a lungo. Ma il periodo invernale si avvicina e le cose potrebbero complicare le cose.

E infatti, grazie ai dati di volo diintelligenza, gli ingegneri stanno lavorando per sostituirlo – la prossima generazione di elicotteri su Marte.

“Qualcosa nei 20 o 30 chili è in grado di trasportare attrezzature scientifiche”, spiega Josh Ravic.

Chissà, questi carichi futuri potrebbero essere i campioni di roccia attualmente prelevati da Perseverance. La NASA prevede di recuperarlo durante una futura missione negli anni ’30.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *