Donnarumma non aveva capito che l’Italia aveva vinto

Autore di due parate decisive per coronare l’Italia domenica, Gianluigi Donnarumma ha impiegato pochi secondi prima di rendersi conto che la Squadra Azzurra era campione d’Europa, grazie a lui. Che gli valse la beffa di Giorgio Chiellini.

Irradia così tanta calma e serenità al culmine della pressione che quasi dimentichi che ha solo 22 anni. Imperiale per deviare i rigori inglesi, come aveva fatto contro la Spagna in semifinale, Gianluigi Donnarumma era ancora l’uomo alto d’Italia, e non solo in altezza (misura 1,96 m), vincendo il suo duello a distanza con il suo omologo inglese Jordan Pickford, però, non è stato escluso, respingendo i tentativi di Jadon Sancho e Bukayo Saka.

Sull’ultimo, che regala il titolo all’Italia, Gianluigi Donnarumma non lascia trasparire l’emozione che avrebbe dovuto invasarlo subito, sfoggiando una sicurezza disarmante che alcuni hanno interpretato come quella di un immenso campione abitato da una grande fiducia, che è. Ma in realtà Gianluigi Donnarumma semplicemente non si era reso conto della portata del suo gesto, né aveva capito di aver appena offerto il titolo alla sua squadra.

“Non ero euforico perché non ho capito, te lo giuro! Sul tiro in porta di Jorginho pensavo fosse finita. Dopo l’ultimo tiro ho visto i miei compagni venirmi incontro e non ho capito niente!” , ha confermato il futuro parigino su Sky Sport questo lunedì sera.

Maturità eccezionale

A supportare questa affermazione era già arrivato un video circolato sui social network. Grazie ad una telecamera posizionata dietro la porta del portiere azzurro, osserviamo che quest’ultimo, sentendo i compagni precipitarsi verso di lui a tutta velocità, si rivolge all’arbitro dal quale attende conferma di quanto appena compreso: il suo stop ha incoronato l’Italia europea campione. “Come vuoi che lo viva? Non capisce niente”, ha scherzato Giorgio Chiellini mentre i due, con Leonardo Bonucci, commentavano il titolo.

READ  un festival letterario preso nella morsa della politica

Ma, più seriamente, l’enorme prestazione di Gianluigi Donnarumma, incoronato miglior giocatore del torneo, simboleggia tutta la maturità acquisita dal portiere italiano…. Poco turbato dalla mancanza di occasioni da parte degli inglesi, ha saputo aspettare, poi recuperare in sella quando serve, per i calci di rigore. E gli sguardi, sorridenti e fiduciosi, scambiati con i compagni poco prima dell’inizio hanno dimostrato che gli italiani non avevano molta preoccupazione per la capacità del loro portiere di essere all’altezza dell’incontro, nonostante la giovane età.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *