Cultura generale e scienza: spettatori francesi del loro declino intellettuale – società – contenuti testuali

L’avvento di Internet e delle nuove tecnologie ha fornito all’uomo un accesso quasi illimitato alla conoscenza. Sembra che i nostri contemporanei siano in realtà più spinti a delegare le loro funzioni cognitive a dette tecnologie. Il fenomeno di Chat GPT, questo agente conversazionale intelligente sviluppato da Open AI (di proprietà di Elon Musk) ne ha recentemente fornito un perfetto esempio: un insegnante dell’Università di Lione ha notato che metà delle trascrizioni dei compiti sono state in parte scritte dall’intelligenza artificiale (AI ). Più che la tentazione di imbrogliare — lungi dall’essere un romanziere, anche se le conseguenze dell’intelligenza artificiale per l’insegnamento non sono oggetto di questo saggio — è la sensazione che la facilità offerta dai nuovi mezzi di comunicazione e informazione abbia diminuito la nostra capacità personale e collettiva capacità. I requisiti intellettuali sembrano avere la precedenza. Questa sensazione, un po’ vera, del declino della cultura generale, emerge chiaramente daUn recente studio dell’IFOPprodotto per celebrare il decimo anniversario della rivista L’Éléphant, riguarda la percezione che i francesi hanno del loro livello di cultura generale.

La metà di loro crede che i loro compatrioti siano “meno …

Contenuto riservato agli abbonati

84 % di questo contenuto deve ancora essere scoperto!

Per consultarlo è necessario effettuare il login o registrarsi.

READ  Zanzara tigre, vettore di malattie

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.