Cos’è il “menù”? : A Hollywood, sopravvivere significa esserci

È un segreto di Pulcinella a Hollywood – e dove sei può fare la differenza tra carriera o morte.

It’s The List: un appello in continua evoluzione agli attori più bancabili di Hollywood. Sebbene i poteri forti non lo ammetterebbero mai, tali prove esistono, come verificato dallo scrittore e regista Ron Shelton nell’episodio finale di Il giornalista di HollywoodS È successo a Hollywood notazione audio

“[It’s] Il veterano di Hollywood Shelton dice mentre analizza la realizzazione del suo classico del baseball del 1988: Paolo Durham.

“Il problema è che il menu di ognuno è leggermente diverso”, aggiunge. “L’elenco di tutti ha Dwayne Johnson e Tom Cruise, ma l’elenco cambia ogni settimana, ogni mese. Metti alla prova le donne e potrebbero essere nell’elenco oggi e fuori dall’elenco domani. È ingiusto nei loro confronti, ed è anche ingiusto nei confronti del regista , il produttore, il regista, ma devi affrontare questo bersaglio mobile.

Quando Shelton si stava lanciando ruolo importante, il suo debutto alla regia, aveva già trovato un promettente attore di nome Kevin Costner per interpretare Crash Davis, il suo protagonista maschile. C’erano diverse attrici in competizione per la protagonista, Annie Savoy, ma la prima scelta di Shelton era Susan Sarandon.

Questo ha posto un problema. Dopo diversi fallimenti al botteghino, Sarandon è caduto dalla lista.

“Per qualche motivo lo studio ha detto che Susan Sarandon non era nell’elenco, il che non ha senso. E il suo agente ha continuato a chiamare. Non potevo dirle che non era nell’elenco perché avrei rivelato un segreto dello studio. Allora sarei nei guai. Quindi sto mentendo. Sto mentendo. Shelton ricorda: “Sto cercando di fare il mio primo film e sono titubante”.

READ  A New York, una retrospettiva di Isabelle Huppert al Film Forum

Determinata ad ottenere il ruolo, Sarandon è volata dall’Italia, dove viveva all’epoca, e ha guidato direttamente dall’aeroporto ai Burbank Studios, dove il film era in pre-produzione, le cui riprese dovrebbero iniziare in sole due settimane. settimane.

“Appare vestita con abiti da omicidio con un vestito rosso e bianco. Sembrava un milione di dollari ed era appena scesa da un aereo, con un volo di 10 ore”, ricorda Shelton. “Mio figlio e Kevin sono entrati lì. Spinge me e Kevin verbalmente e fisicamente. È fuori dal libro, il che significa che conosce le sue battute. È Ann. Lei Era IO.

Sarandon lasciò gli uffici e i principali attori si trovarono in difficoltà. Ci siamo seduti lì e abbiamo bevuto qualcosa, ricordo Kevin e i produttori: ‘Cosa faremo? Non è nell’elenco. lei è molto meravigliosa.

I loro problemi sono stati risolti solo un’ora dopo, quando il capo dello studio ha chiamato dicendo che Sarandon “sembra fantastico” e ha firmato per dargli la parte.

“In seguito ho scoperto che era passata direttamente dal provino allo studio, la Orion Pictures in Avenue of the Stars”, spiega Shelton. “Ha camminato per i corridoi finché non ha trovato tutti gli amministratori delegati importanti. …Ha affermato di avere un’attività lì. … [Then she] È tornata in Italia e quando è sbarcata aveva avuto il ruolo.

ascolta completamente Paolo Durham episodio di È successo a Hollywood Con Ron Shelton ora, assicurati di iscriverti a Apple Podcast o Spotify per guardare ogni episodio.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.