Contro il cancro arrivano i piccoli robot

Contro il cancro arrivano i piccoli robot

Da un’esperienza personale dolorosa (la morte della madre per cancro al cervello), Bertrand Duplat l’ha trasformata in un progetto professionale. Cofondatore e Presidente Robotico – una delle uniche due aziende al mondo specializzate nella microrobotica sanitaria – ci rassicura sulle prospettive di una migliore cura del cancro in futuro, nel 2050. La salute in un quarto di secolo è stato uno dei temi principali del congresso Evento we are_DEMAIN, organizzato da WE DEMAIN e we_are_in il 10 e 11 novembre 2023.

“Attenzione ai sospetti e alle illusioni” avverte Bertrand Duplat, che descrive i pazienti che si offrono volontari per gli studi clinici. Non dobbiamo creare false speranze. “Non riuscendo a eliminarlo, la sfida è creare il cancro”. Più vivibileE. Ciò che rende ottimista l’imprenditore e il ricercatore è che c’è armonia tra visione e realtà.

Piccoli robot sono già in uso nei nostri ospedali

Queste innovazioni non si limitano ai laboratori, ma oggi stanno dimostrando la loro efficacia negli ospedali in cui operano (Cochin e La Petit-Salpetriere a Parigi). Sappiamo che i robot aiutano i chirurghi, facendo risparmiare tempo, e con Bertrand Dublat abbiamo scoperto i robot in miniatura che si avventurano nel corpo dei pazienti. Per la diagnosi, ciò comporta il recupero di fluidi o cellule (“analisi di singole cellule”) per ottenere dati sulla mutazione del tumore.

Domani potremo avere dispositivi di imaging per esaminare come muta questo tumore e quali sono gli effetti sul sistema immunitario del paziente“, conferma Bertrand Duplat. Il piccolo robot rende così il più semplice possibile la scelta di un trattamento “su misura”. Soprattutto per quanto riguarda l’immunoterapia. Il vantaggio sta anche nella possibilità di monitorare il trattamento (monitoraggio) per vedere se le cellule sono adattandosi.” Questo è ciò che chiamiamo un ciclo di feedback che manca gravemente in oncologia.“, conferma lo scienziato. Concretamente, ciò include la possibilità di disporre di un “circuito digitale perpetuo” per informare i medici sui progressi del trattamento.

READ  Quali sono i migliori trattamenti?

Il piccolo robot, un vero giardiniere dentro un corpo umano

Ispirato da una scena del film Castelli in ariaIl ricercatore ricorda questa scena in cui il paradiso diventa possibile grazie al costante intervento del giardiniere robot. ” Per noi questo è quello che vediamo con i pazienti, il piccolo robot lavora come un giardiniere, tagliando le erbacce o stimolando quelle buone, che si tratti di trattamenti chirurgici (ustioni laser) o di aumento delle cellule sane.. »

Tutto quello che devi fare è essere paziente. In questo campo, che fortunatamente è altamente regolamentato, metterlo in pratica richiede tempo. Ma per questo inventore, ” I test preclinici sono molto promettenti“, è una promessa. Potrebbe non essere necessario aspettare fino al 2050.

Sostienici domani, sostieni l’editing indipendente
Iscriviti al nostro sito web Newsletter settimanale
E Iscriviti alla nostra rivista.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *