Come una fenice, Facebook risorge dalle sue ceneri

Come una fenice, Facebook risorge dalle sue ceneri
  • Facebook sta guadagnando popolarità tra i videografi
  • La piattaforma ha il lusso di essere davanti a un altro servizio del gruppo Meta: Instagram
  • Questo spiega l’emergere di formati video brevi e l’implementazione di strumenti di monetizzazione per i creatori di contenuti.

Tutti coloro che pensavano che Facebook fosse morto e sepolto saranno a loro spese. La piattaforma continua ad attrarre 2,037 miliardi di utenti attivi nell’aprile 2023. In Francia, non meno di 26,6 milioni di persone si connettono ogni giorno, secondo i dati condivisi da degimente.

Un sondaggio condotto da Influencer Marketing Factory ha confermato la popolarità del servizio tra i creatori di contenuti. Per vedere più chiaramente, il mese scorso gli analisti hanno effettivamente intervistato 660 influencer con sede negli Stati Uniti.

E la sorpresa è stata grande, visto che il 17% degli intervistati sembra considerare Facebook come la propria app preferita, con un aumento di 3 punti rispetto al 2021. Ancora più entusiasmante è che la piattaforma ora è davanti a Instagram (sempre nel gruppo Meta) che ha 16% quando ha segnato il 22% prima di due anni.

Un’altra cifra di questo studio è qualcosa per compiacere il social network di Mark Zuckerberg. Infatti, il 17% degli influencer ritiene che Facebook sia dove guadagna di più, in aumento di 7 punti rispetto al 2021, mentre Instagram è in calo di 5 punti, al 17%.

Perché Facebook sta diventando di nuovo attraente?

Rimane la domanda sulla scala, come si spiega uno sviluppo così positivo? L’integrazione di Reels, un formato per video brevi simile a quelli offerti da TikTok e Instagram, sembra funzionare piuttosto bene.

READ  Il primo modello in legno di computer Apple messo all'asta in California

Allo stesso modo, Facebook ha implementato nuovi strumenti di monetizzazione per i videografi e apprezzano questo approccio. Infine, Facebook rimane la piattaforma preferita per attrarre un pubblico leggermente più ampio.

Un altro cambiamento piuttosto conservativo è avvenuto negli ultimi mesi e sta cambiando il modo in cui funziona il social network in modo sorprendente. Se usi regolarmente Facebook, avrai notato che l’algoritmo suggerisce molti contenuti a cui non sei necessariamente iscritto ma che sono legati ai tuoi interessi.

Questo viene fatto anche a scapito dei post dei tuoi parenti o delle pagine che segui. Ad ogni modo, questa sottile modifica avvicina la piattaforma ai concorrenti TikTok e Instagram, dove gli account che segui non sono sempre ben visualizzati.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *