Come rendere divino il tuo barbecue con Soeur Angèle

L’estate sta andando bene, il sole è con noi, le vostre verdure del Quebec sono pronte e il primo arrosto di mais nella vostra mente. Abbiamo solo chiesto a suor Angèle di darvi la nostra ricetta paradisiaca per la tostatura.

Come primo passo, suor Angèle consiglia di raccogliere il mais lo stesso giorno dell’arrosto, in modo che sia il più fresco possibile. Per sapere quale scegliere, “le foglie non dovrebbero essere gialle, ma verdi”, dice allegramente.

opzioni di cottura

Ci sono diversi metodi di cottura disponibili per rendere tutto delizioso. Ecco il meglio:

acqua bollente

Perché cambiare la ricetta vincente? Mettere il mais in acqua bollente è sempre vincitore. Secondo Anguilla Rizzardo (Conosciuto anche come Suor Angèle), mettete il mais nell’acqua quando bolle, per 4-7 minuti. stai attento! “Non è necessario cuocerlo a lungo; più cuoce, più diventa forte. Un altro buon consiglio dei professionisti della cucina è di non salare mai più l’acqua, in modo che la consistenza sia il più tenera possibile.

microonde

Per ottenere del buon cibo Velocemente Velocemente “Puoi fare il mais nel microonde. Togli i peli e tieni le foglie vicino al mais da cuocere. In questo modo non si secca. […]. A seconda del tuo microonde, puoi cucinarlo da 7 a 8 minuti”, consiglia l’esperto.

barbecue

per gli amanti barbecueSuor Angel Vick ha pensato: “Quando lo cuciniamo sul barbecue, teniamo le prime foglie su una pannocchia e lo avvolgiamo in un foglio di alluminio, in modo che lo mantenga umido. […] Puoi anche aggiungere spezie e burro prima del confezionamento”.

Quando il tuo pasto è ben cotto, lascia ciò che non è stato mangiato subito in una ciotola di acqua tiepida. Ciò consente alla consistenza di rimanere perfetta per tutta la sera.

READ  Tommaso Busetta, infiltrato nella mafia siciliana

accompagnamento e atmosfera

Per la signora Anguilla, il barbecue dovrebbe essere uniforme e festoso. Non ci rompiamo la testa!

“Quando arrostisci il mais, servi anche un hot dog, un hamburger – devo dire questo? – e un’insalata di cavoli e basta, la gente è felice”. In tavola mettiamo tutte le spezie, burro, sale, spezie, così “ognuno mette quello che vuole e noi lasciamo la libertà”.

Per l’atmosfera, consiglia di mettere la musica del Quebec, perché l’arrosto, “È un Festival del Quebec”.

Da bere durante la tostatura

Poiché possiamo fare la birra dal mais, la nostra consigliera ci dà la sua benedizione per aver bevuto birra durante il pasto. Potresti anche offrire “limonata, tè freddo, tè verde freddo, tutti ci saltano sopra”, suggerisce.

Cosa facciamo con gli avanzi?

La serata ha avuto successo, tutti sono sazi e ci sono ancora una dozzina di mais non consumati. Cosa facciamo?

Suor Angèle consiglia di congelarlo: “Lo facciamo bollire e lo mettiamo in acqua ghiacciata e lo teniamo avvolto nella pellicola e poi in un foglio di alluminio” e mettiamo tutto in congelatore. Questo ti permetterà di accontentare il tuo Voglie mais questo autunno.

Se tu non sei fan Cibi surgelati, alcune altre opzioni consigliate. Puoi fare l’amido di mais, l’olio di mais, il pane di mais o anche la polenta.

Altrimenti, sei bravo PacchettoMais cremoso per la tua prossima torta da pastore. Inoltre, secondo suor Angela, è molto semplice: “Prendiamo il mais, lo facciamo bollire, lo schiacciamo, lo seminiamo e poi lo passiamo al frullatore”.

Ogni buon incontro con Sister Angel include storie deliziose. Lo sapevi che il terreno del Quebec è dolce, da qui il buon grano indiano prodotto lì? “Una volta ho portato il mais dolce in Italia e ho detto a mio cognato ‘Piantalo e avrai il mais dolce’. Dice che il primo anno è stato semi-dolce. Il secondo anno è stato meno dolce. Il terreno non è dolce lì, quindi il risultato non è lo stesso”.

READ  Lanciato ufficialmente italfest - Le Lien MULTIMDIA :: il portale per i professionisti del digitale in Qubec

Il Sabato 6 agosto dalle 10:00 alle 16:00La sorella Angel sarà al 665 di Gwen East Street a Montreal e venderà i piatti che ha cucinato. Tutti i proventi andranno alla sua fondazione, aiutando gli studenti dell’ospitalità.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.