Ciclismo. Il team Vini Zabu rinuncia all’ingaggio a causa di casi di doping. sport

La squadra italiana Vinny Szabo, colpito dalla mia condizione di doping Nel giro di pochi mesi, giovedì ha annunciato che avrebbe rinunciato Tour Italia, prevista per l’8 maggio A Torino.

Androni, un giocatore regolare del Giro d’Italia, è stato invitato a sostituirlo.

In un comunicato, Vinny Szabo, uno dei tre che ha ricevuto un invito dalla società organizzatrice RCS, ha spiegato che: “La squadra ha concordato con il suo sponsor principale di non partecipare al Tour de Italia, anche se ha dimostrato alle autorità competenti di aver preso le misure più serie per combattere il doping”.

Il concorrente italiano Matteo De Bonis è risultato positivo all’EPO dopo un test fuori gara il 16 febbraio. Secondo caso doping in cinque mesi per la squadra di seconda divisione: il connazionale Matteo Sprivico è risultato positivo due volte nell’ottobre 2020 durante il Giro.

Leggi anche. Ciclismo. Roman Bardet ha voluto fare un tour in Italia “da molti anni”.

Vigny Szabo, che rischia la squalifica dall’UCI, si è fermato dopo aver annunciato il controllo positivo di de Bonis.

“L’indagine interna ha confermato la totale assenza di pratiche abusive da parte dei piloti e dell’intera squadra”.Tuttavia, questa formazione offre a Giro lo stupore del Movimento per la bicicletta credibile (MPCC).

“Questa squadra italiana, apparsa nei pelotoni nel 2009, ha ora raggiunto le nove procedure in dodici anni”, ha arruolato il MPCC all’inizio di aprile dopo la rivelazione del controllo di De Bonis. ” I colpevoli sono prodotti allo stesso tempo pesanti e noti (5 casi di EPO, 2 casi di ormone della crescita, 1 caso di clenbuterolo, 1 caso di austarin).

READ  Il fante italiano Alex Schweizer sogna ancora i Giochi Olimpici

Quest’anno, gli organizzatori del Big Three Tour (Francia, Italia e Spagna) hanno deregolamentato l’UCI consentendo loro di invitare una squadra aggiuntiva, cioè 23 squadre.

La Androni, diretta da Gianni Savio, ha partecipato alle ultime versioni del Giro, che ha spesso condotto con i separatisti. La sua vittoria nella tappa finale risale al 2019, con l’italiano Fausto Masnada.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *