Ciclismo – Giro: Le chiamate hanno sorpreso MPCC


Pubblicato il 3 marzo 2021 alle 23:35 – Aggiornato il 3 marzo 2021 alle 23:36.

Matthew Warnier

Mentre gli organizzatori del Giro hanno chiamato le squadre Eolo-Kometa e Vini Zabù, l’Mpcc ha contestato questa selezione per motivi etici.

Dopo Androni Giocattoli-Sidermec, La scelta di RCS Sport è dal lato MPCC. Il credibile movimento ciclistico, che riunisce squadre professionistiche impegnate nella lotta al doping, ha pubblicamente criticato la decisione degli organizzatori del Giro di concedere inviti alle formazioni Eolo-Kometa e Vini Zabù, esterne a questa organizzazione. Quest’ultimo critica le decisioni di RCS Sport che, a suo avviso, non ha “tenuto conto di uno standard etico”.. Il caso del pilota italiano Matteo Sprivico è oggetto di un dibattito tra RCS Sport e MPCC. L’italiano, infatti, è stato temporaneamente sospeso durante l’ultimo giro d’Italia, durante il quale si è dimostrato positivamente un ricostituente. “Il caso Vienny Szabo è più problematico: la squadra, che in precedenza era un membro del MPCC e ha deciso di interrompere il suo coinvolgimento con il movimento, ha subito un test positivo al Giro d’Italia 2020”, ricorda il movimento in un comunicato stampa .

MPCC chiede una maggiore trasparenza degli inviti

Secondo MPCC, il controllo antidoping positivo subito da Matteo Spreafico nel 2020 è un ‘episodio sfortunato’ Deve essere preso in considerazione nella decisione degli organizzatori, che sembra difficile comprendere il vero contenuto dei criteri di selezione, sia eticamente che matematicamente Attualmente guidato da Roger Leggie, ex team manager, e riunisce la maggior parte dei team World Tour e quasi tutti i team ProTeam, l’MPCC ha criticato il fatto che RCS Sport non abbia seguito l’esempio degli altri. Enti organizzativi chiave, come ASO o Classic Flanders, che danno la priorità ai team membri MPCC quando distribuiscono i rari inviti che gli organizzatori di gare hanno diritto a ricevere. Una posizione che non dovrebbe però modificare la posizione degli organizzatori del Tour Italia, Che ha deciso di consentire a tre delle quattro principali squadre italiane di ProTeam di partecipare all’evento.

READ  Max Holloway not chasing Alexander Volkanovski's third encounter: 'I'm not going to force anyone to fight me'

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *