Ci sono davvero meno zanzare tigre a Tolosa in questo momento? Risponde uno specialista

Ci sono davvero meno zanzare tigre a Tolosa in questo momento?  Risponde uno specialista

Vedi le mie notizie

Nel giro di pochi anni è diventata una presenza Una vera seccatura A Tolosa.

La zanzara tigre, presente dal 2012 a Tolosa

È stato scoperto per la prima volta nel 2012, Zanzara tigre L’insetto continua a stabilire la sua presenza nella Città Rosa, una città che è stata completamente colonizzata dal minuscolo insetto a strisce bianche e nere (circa 5 mm) nel 2014.

Da diversi anni della sua esistenza (validità da maggio a novembre) In particolare è aumentato Tanto che a volte diventa difficile per i residenti di Tolosa godersi gli spazi esterni (balcone, terrazza o giardino) in estate.

Tuttavia, all’inizio dell’estate del 2024, si è verificata la presenza di questa zanzara, che ce lo fa ricordare diurno (Può pungere finché c’è luce, non è quello che ti punge di notte!) Sembra meno potente di prima. Falsa impressione o Vera tendenza A Tolosa?

Dov’è finita la zanzara tigre?

Notizie di Tolosa Così ho chiamato Guillaume Lacour, entomologo medico di Altopictus, Azienda specializzata nel monitoraggio e nella lotta alla zanzara tigre.

Video: attualmente su Actu

Lo scienziato fa innanzitutto la seguente osservazione: “La dinamica dell’abbondanza Zanzara tigre È stato simile nella primavera del 2024 con la primavera del 2023: le uova si sono schiuse a marzo, le prime covate alla fine di aprile, ecc.

Metà del numero di uova nelle trappole del nido!

Ma lo specialista sottolinea un netto calo della presenza di zanzare nell’estremo sud, compresa Tolosa, dal giugno 2024, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

READ  TikTok: infettare i giovani con informazioni sulla salute

“Tuttavia, l’abbondanza nel 2024 è stata finora inferiore a quella del 2023 dall’inizio di giugno, con una media 2,5 uova in meno di Aedes albopictus “Nelle trappole annidate delle nostre reti scientifiche diffuse tra l’Occitania e la Nuova Aquitania”, sottolinea Guillaume Lacour in Notizie di Tolosa.

Altopictus ha effettivamente una rete di sorveglianza Una cinquantina di trappole per nidificazione Che è principalmente incentrato sulle istituzioni sanitarie e su una rete rafforzata attorno all’aeroporto di Tolosa Blagnac. Ma lo scorso anno, per lo stesso periodo, lo stesso specialista lo aveva sottolineato Notizie da Tolosa: “Nel giugno 2023, sulle nostre reti di monitoraggio delle trappole di nidificazione, abbiamo osservato una triplicazione dell’abbondanza di uova di Aedes albopictus nell’area metropolitana di Tolosa, rispetto a giugno 2022, con variazioni a seconda della posizione”.

Come possiamo spiegare che nello stesso periodo ci siano meno zanzare in totale rispetto allo scorso anno?

Come spieghiamo questo fenomeno?

Per il mondo Altopictus, azienda che si occupa specificatamente di Operazioni di controllo delle zanzare Nell’Alta Garonna, se si verifica un caso (importato o nazionale) di dengue, chikungunya o Zika, è chiaro che Condizioni meteo – Spietato (per usare un eufemismo!) – e piuttosto responsabile.

“Questo è sorprendente Diminuzione dell’abbondanza Molto probabilmente a causa di temperature più miti nei mesi di maggio e giugno 2024 rispetto a maggio e giugno 2023 (ad esempio -3,5°C nel giugno 2024 a Tolosa rispetto a giugno 2023) e delle temperature che finalmente si avvicinano alla norma stagionale nel 2024. Lacour.

Anche i residenti hanno un ruolo da svolgere

Tuttavia, le basse temperature persistono Durata dello sviluppo larvale (Da qui il rischio che le larve muoiano, se nel frattempo il contenitore dell’acqua si secca)”, aggiunge lo specialista.

READ  Le piante che mangiano la sabbia sono oggetto di un articolo su "Science"

Che aggiunge anche agli abitanti di Tolosa e della regione: “È bene ricordare che dobbiamo prevenire lo sviluppo delle larve di zanzara tigre in casa, evitando Scarica ogni settimana Contenitori per l’acqua. Dedicati una giornata alla zanzara tigre, in cui ispezioni di riflesso il tuo giardino, terrazza o balcone per 5 minuti: vasi di piante, buchi di grondaia, contenitori per l’acqua, tazze, ecc. »

Una delle specie più invasive al mondo

Perché Altopictus afferma che la zanzara tigre “è una delle specie Il più invasivo del mondo, ciò è dovuto in parte alla sua grande adattabilità, e al fatto che si è “attaccato” all’uomo, cosa che ne ha consentito la diffusione regionale e globale, e al quale fornisce rifugio (le larve di zanzara tigre si sviluppano in un ambiente artificiale). Contenitori che raccogliamo: secchi, vasi per piante, vasi, copertoni, dissabbiatori, ecc.) e coperture (questa zanzara preferisce i mammiferi, compreso l’uomo).

Il modo migliore per proteggersi dalle zanzare è liberarsi di questi famosi contenitori che favoriscono lo sviluppo dei luoghi di riproduzione delle larve…

“Non è affatto un presagio di un’estate tranquilla.”

Ma fai attenzione… se ci sono anche le zanzare Leggermente meno presente Per ora, ciò non significa necessariamente che gli abitanti di Tolosa e dei suoi dintorni potranno rilassarsi sui loro balconi quest’estate! Quindi tutto dipenderà dalle azioni di ciascuno… ma anche in larga misura dal tempo!

“Una volta che le temperature saliranno, ci saranno inevitabilmente più zanzare Quindi è più una pausa… ma non lo è Non è affatto un presagio di un’estate tranquilla A Tolosa», conferma Guillaume Lacour.

READ  Destinata agli adulti, questa malattia degli occhi colpisce sempre più bambini

L’abbondanza di zanzare dipenderà anche dalle precipitazioni che si verificheranno quest’estate: “Se piove molto, ciò favorirà anche il loro sviluppo e la loro presenza nel tempo”.

Quindi dovremo aspettare ancora un po’ per scoprire come ci pungono le zanzare!

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon Actu.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *