Che fine ha fatto l’iceberg più grande del mondo?

A 11.000 chilometri quadrati, più grande dell’isola di Giamaica, un tempo era parte integrante della Barriera di Ross, la più grande dell’Antartide. È un ghiacciaio piatto e galleggiante collegato alla costa della penisola, che ha preso il nome dal suo bordo settentrionale simile a una scogliera. Ma all’inizio degli anni 2000, tutto è crollato. L’iceberg B-15 si rompe e il pezzo più grande di esso, chiamato B-15A, viene rilasciato. Con una lunghezza di 115 chilometri e un’area di 2.500 chilometri quadrati, è la dimensione del Lussemburgo. Una volta liberato dalla casa madre, il B-15A va alla deriva nello stretto di McMurdo (che separa l’isola di Ross dall’Antartide), dove blocca le correnti oceaniche. Il ghiaccio marino si sta accumulando e il risultato per la fauna selvatica è catastrofico. Le colonie di pinguini, private dell’acqua gratuita per nutrirsi, sono state distrutte … Da allora, “Ice Luxembourg” si è nuovamente diviso in molti altri pezzi. Per quanto riguarda il Ross Checkpoint, tre aeroporti stagionali ora servono diversi terminal vicini, come la base Scott della Nuova Zelanda o la base dell’aeronautica americana McCurdo.

Newsletter Scienza e competizione

Ricevi tutte le notizie scientifiche tre volte a settimana

READ  Le scienze dell'Odissea - Les Dibreuilliers

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *