Champions League: seconda “finale” dell’YB contro la Stella Rossa – rts.ch

Champions League: seconda “finale” dell’YB contro la Stella Rossa – rts.ch

Una seconda “finale” in 3 mesi: come la finale del Maccabi Haifa del 29 agosto, l’arrivo della Stella Rossa martedì a Wankdorf è di grande importanza per l’YB.

Una seconda “finale” in 3 mesi: come la finale del Maccabi Haifa del 29 agosto, l’arrivo della Stella Rossa martedì a Wankdorf ha una grande posta in gioco per l’YB in Champions League.

In caso di successo, la squadra di Rafael Vicky avrà la certezza di disputare gli ottavi di finale di Europa League a febbraio con la speranza di vivere una primavera magica sul palcoscenico europeo. Si spera che i bernesi dimostrino contro i serbi la stessa brillantezza dimostrata contro gli israeliani nella partita decisiva, vinta 3-0.

“Il 2-2 dell’andata a Belgrado ha dimostrato che siamo davvero capaci di guardare negli occhi la Stella RossaWiki dice. Ma questo incontro ha confermato anche la forza dei serbi a livello offensivoMa l’andata ha lasciato una montagna di rimpianti ai bernesi con l’occasione d’oro di Silvier Janvola per il 3-1 e soprattutto con il pareggio arrivato tardi e vincente per la Stella Rossa.

Vittoria inevitabile

Anche se tutto rimane aperto in caso di pareggio, l’YB ha davvero interesse a vincere martedì per finire terzo in questo Gruppo G dietro Manchester City e RB Lipsia. Infatti hanno una differenza reti più negativa rispetto alla Stella Rossa (-7 contro -5).

Sì, una vittoria sarà essenziale per l’YB, soprattutto 3 giorni dopo la sconfitta contro il Letzigrund contro l’FC Zurigo e 5 giorni prima di ricevere il Servette FC in un nuovo shock ai vertici della Premier League. Per ottenerlo, a YB non mancheranno le risorse. Con il sostegno dei tifosi che stanno interpretando appieno il loro ruolo di 12° giocatore in questa fase a gironi, con le peculiarità del gioco su erba artificiale che hanno padroneggiato alla perfezione, con la classe di Meshack Ilija e del nuovo nazionale Filip Ugrenic e grazie all’istinto del gol di Jean-Pierre Nesami, Wiki crede che la sua squadra sia abbastanza armata per battere i campioni d’Europa del 1991.

READ  Italia e Svizzera, note: Donnarumma è impraticabile

La pressione ci sarà

Privato di Castriot Emery e Cedric Itten, che non torneranno prima di gennaio, YB si avvicina a questo incontro con un’enorme pressione sulle spalle anche se Wiki cerca di allentarla. “Non dico che dobbiamo vincere martedì, dico solo che questa partita ci offre un’occasione eccezionale“, afferma il tecnico vallesano. Ma per i suoi dirigenti, essere sulla scena europea dopo la pausa invernale, invece, “è un must”.

ATS/TY

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *