“C'è ancora domani”, quando le donne italiane si ribellano

“C'è ancora domani”, quando le donne italiane si ribellano

Il fenomeno del cinema in Italia, dove ha registrato 5,5 milioni di visualizzazioni dalla sua proiezione alla Festa del Cinema di Roma. C'è ancora domaniDi Paola Cortellisi È davvero il film miracoloso come veniva pubblicizzato, che si riallaccia al grande cinema italiano di ieri pur riuscendo a essere inconfondibile oggi? Con 18.000 entrate in Ticino, il distributore locale Morandini Film ha comunque deciso per una volta di fare colpo e di provarci a livello nazionale. Lo apprezziamo, ma ci dispiace che non sia un film migliore. Generoso e alquanto originale, è la sua produzione che fatica a ispirare.

L’idea di un film ambientato nell’Italia dell’immediato dopoguerra e girato in bianco e nero come ai bei tempi del neorealismo era molto attraente. Segue la storia di Delia (la stessa Cortellese), moglie di Ivano (Valerio Mastandrea) e madre di tre figli, con il vecchio suocero costretto a letto in casa. Roma rimase povera e i soldati americani pattugliavano ancora le strade.

Sei interessato a questo articolo?

Per sfruttare appieno i nostri contenuti, abbonati ora da CHF 9 – per il primo mese.

Controlla le offerte

Buoni motivi per abbonarsi a Le Temps:
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sul sito.
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sull'applicazione mobile
  • Piano di pubblicazione di 5 articoli al mese
  • Visualizza la versione digitale del quotidiano dalle ore 22 del giorno precedente
  • Accedi agli integratori e alla rivista T, Temps, in formato e-paper
  • Accesso ad una serie di vantaggi esclusivi riservati agli abbonati

READ  Formula 1: la Ferrari rischia grosso e la Mercedes esulta

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *