Campionati Europei di atletica leggera indoor – L’italiano Jacobs domina sui 60 metri, Oscar Husellos e Fimk Ball hanno raggiunto i 400 metri.

(Belga) L’italiano Lamont Marcel Jacobs è stato incoronato campione europeo nella gara indoor dei 60 metri sabato nella città polacca di Toru per concludere la seconda giornata del Campionato Europeo, che ha incoronato altri cinque atleti, tra cui Elise Vanderlst, a 1500 metri di distanza metri.

Jacobs, 26 anni, nativo di El Paso, Texas, ha vinto facilmente a 6.47, la migliore prestazione mondiale dell’anno, battendo il tedesco Kevin Kranz (6.60) e lo slovacco Jan Volko (6.61). Jacobs, specializzato anche nel salto in lungo, ha vinto per la prima volta nella sua carriera in una grande competizione internazionale. Nei 400 metri, lo spagnolo Oscar Houselos e l’olandese Vimkei Ball hanno dominato la doppia torre interna, vincendo rispettivamente 46.22 e 50.63, nuovo record per l’Olanda. Oltre al titolo 1500m di Elise Vanderlst, la 23enne svizzera Angelika Moser ha vinto un salto di 4m 75 contro la slovena Tina Sautig (4m 70). Due sorprese davanti alla candidata di punta, la britannica Holly Bradshaw, che ha dovuto vincere la medaglia di bronzo con la bielorussa Irona Jock (4m 65). Fanny Smits (4D 45) si è classificata settima. L’ucraina Marina Bikh Romanchuk è stata incoronata campionessa europea nel salto in lungo, battendo la campionessa del mondo tedesca Malaika Mihambo. Bekh-Romanchuk ha fatto la differenza nell’ultimo tentativo (6m92) con la sua migliore prestazione mondiale dell’anno. Mihambo si è dovuto accontentare di una medaglia d’argento (6m 88) e lo svedese Khodi Sania ha ottenuto il terzo posto (6m 75) con la medaglia di bronzo. Questo è il primo titolo importante nella carriera della 25enne Marina Beech Romanshuk. (Belga)

READ  The Club: Kane è stato elogiato dalla stampa italiana dopo Barcelona / Paris Saint-Germain

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *