Cambiamenti climatici: l’Ue avverte che i prossimi mesi saranno difficili

Le statistiche mostrano che dal 2017 abbiamo assistito agli incendi più mortali mai registrati in Europa. Sfortunatamente, prevediamo che la stagione degli incendi boschivi del 2022 segua questa tendenza”, ha affermato il commissario UE Maros تشيevewicz. (Immagine: The Canadian Press)

La Commissione europea ha avvertito, giovedì, che il continente sta affrontando uno dei suoi anni più difficili di fronte a disastri naturali, come siccità e incendi boschivi, dovuti all’intensificarsi dei cambiamenti climatici.

Mentre il clima estremamente secco colpisce molti paesi del Mediterraneo, giovedì il commissario Ue Maros Ševović ha detto ai parlamentari che “l’attuale siccità in Europa potrebbe essere la peggiore di sempre”. Ha aggiunto che gli incendi che bruciano in diversi luoghi non fanno che esacerbare la crisi climatica.

Le statistiche mostrano che dal 2017 abbiamo assistito agli incendi più mortali mai registrati in Europa. Sfortunatamente, ci aspettiamo che la stagione degli incendi 2022 segua questa tendenza.

La siccità prolungata sta colpendo membri come la Grecia e l’Italia e il mese scorso un’ondata di caldo ha colpito la Germania settentrionale. Ciò ha sollevato i timori in Europa di ulteriori disastri entro la fine dell’estate.

Sifovic ha affermato che l’Unione Europea sta già finanziando il dispiegamento di oltre 200 vigili del fuoco provenienti da tutto il blocco europeo per combattere le fiamme in Grecia.

L’Italia sta vivendo un’ondata di caldo di inizio estate, mentre il nord del Paese sta affrontando la peggiore siccità degli ultimi 70 anni. Queste circostanze sono legate alla tragedia avvenuta domenica scorsa, quando un vasto tratto del ghiacciaio della Marmolada è caduto sugli escursionisti, uccidendo almeno nove persone e cinque dispersi.

READ  Il Garante per la protezione dei dati personali italiano a sua volta vieta Google Analytics - EURACTIV.com

In Portogallo, le autorità si stanno preparando per un’ondata di caldo che potrebbe spingere il mercurio a 43 gradi Celsius nel fine settimana, quando anche il Paese sta attraversando una grave siccità.

Giovedì la Protezione civile ha annunciato di aver messo in massima allerta le squadre a causa dei pericoli degli incendi. Secondo l’agenzia, il rischio è considerato “estremo” per circa un terzo del Paese.

Il clima caldo dovrebbe durare almeno una settimana. Il National Weather Service ha previsto “notti tropicali” in cui i gradi di mercurio saranno di 20 gradi Celsius e superiori dopo il tramonto.

Entro la fine di giugno, il 96% del Portogallo presentava condizioni di siccità “estreme” o “estreme”, le due categorie più alte.

Il servizio meteorologico ha affermato che le precipitazioni per i nove mesi da ottobre sono state poco più della metà della media di quel periodo. Questa è la seconda piovosità più bassa dal 1931, quando iniziarono a essere raccolti dati affidabili.

Giugno è stato molto secco anche in Spagna, con la quale il Portogallo condivide la penisola iberica. La Spagna ha ricevuto solo la metà delle precipitazioni medie negli ultimi 30 anni. I serbatoi sono in media pieni del 45%, 20 punti in meno rispetto alla media di 10 anni, secondo i dati del governo.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.