Calcio Italia – Ita: “Traditori”, “vergogna”, “Giuda”, i club italiani di crack

Un incontro di Serie A, a cui hanno partecipato rappresentanti di Juventus, Inter e Milan, si è trasformato lunedì in un regolamento di conti.

Lunedì i club di Serie A si sono riuniti in videoconferenza, e se in un primo momento aveva detto che sarebbero stati invitati solo i 17 “fedelissimi”, alla fine sono stati i 20 club coinvolti nel campionato che hanno preso parte a questo incontro. atteso con impazienza a poche ore dall’annuncio della creazione della SuperLeague a cui parteciperanno tre club italiani, Juventus, Inter e Milan. Se gli emissari di questo trio hanno ribadito che non avevano alcuna intenzione di lasciare la Serie A, l’accoglienza è stata polare, in particolare per la rappresentativa della Juventus. È vero che Andrea Agnelli, già distrutto dal presidente Uefa, sembra avere un atteggiamento torbido da diverse settimane. ” Sembra che il progetto SuperLeague sia stato presentato il 10 gennaio, quindi gli ho detto all’incontro ‘come puoi venire qui a parlare di solidarietà quando hai sabotato le trattative sui diritti televisivi, già sapendo che stavi facendo la SuperLeague? Come puoi negoziare l’accordo per la raccolta fondi quando stai già lavorando in SuperLeague? È un tradimento, sei un traditore, un Giuda “Urbano Cairo, presidente del Torino, ha detto all’agenzia ANSI.

E il leader torinese ha poi attaccato il responsabile dell’Inter, Giuseppe Marotta, che ha avuto un brutto quarto d’ora. ” Se uno come Marotta fa una cosa simile, deve lasciare immediatamente la Federazione, e deve vergognarsi di questo traditore. Quando sei a capo dell’Inter, che ha ideato il concept della SuperLigue, non puoi restare il rappresentante della Serie A in Federazione perché stai attaccando la vita di un’associazione. Quindi deve dimettersi e spero che si vergogni se sa cosa significa quella parola Lanciato il mister del Torino, subito affiancato da altri dirigenti rilanciati anche contro i tre club impegnati in SuperLega.

READ  Tutta l'Italia | Vittoria per Tim Merlier, tappa “tranquilla” per la squadra di Antoine Duchesne

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *