Calcio Italia – Ita: Cristiano Ronaldo ceduto per forza, la Juve cambia tutto

Tornato alla ribalta con la Juventus, Cristiano Ronaldo prevede di estendere al Torino fino al 2023.

Arrivato alla Juventus nel 2018 dopo aver vinto tutto con il Real Madrid, Cristiano Ronaldo sta attualmente vivendo la sua migliore stagione con la maglia del Torino. In 23 partite in tutte le competizioni, il portoghese ha segnato 22 gol e consegnato quattro assist, statistiche esasperanti per un giocatore che venerdì festeggerà il suo 36esimo compleanno. La sua recente doppietta contro l’Inter ha regalato la vittoria alla sua squadra contro l’eterno rivale. Dall’arrivo in panchina di Andréa Pirlo, CR7 si sente ancora una volta al centro del progetto. Il suo allenatore che non ha voluto travolgerlo per le polemiche sul compleanno della sua compagna, Georgina Rodriguez, che ha scosso l’Italia. L’intesa tra i due uomini è tale che Ronaldo potrebbe benissimo prolungarsi con la Vecchia Signora, mentre il suo contratto scade nel 2022.

In effetti, secondo le informazioni di Tuttosport, il cinque volte Pallone d’Oro prevede di prolungare con la Juventus fino al 2023. Per i media italiani, Cristiano Ronaldo appare oggi come un “Vice-Pirlo”, parte a pieno titolo della squadra. Mentre la situazione economica spingeva i leader transalpini a pensare a una vendita della loro stella per ridurre il conto salari, le ultime esibizioni dei portoghesi sul campo hanno sconvolto i loro piani. Dopo un inizio di stagione disastroso, i campioni d’Italia in carica stanno gradualmente rientrando, a sette punti dal capolista del Milan, ma con una partita in meno. La Juve lo sa, la stagione è ancora lunga e con Cristiano Ronaldo del livello delle ultime settimane il titolo è ancora possibile. Con 15 gol in 16 partite di Serie A, il nazionale portoghese guida la classifica marcatori.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *