Budget: l’Italia ritrova ossigeno grazie a una crescita più forte del previsto

Inserito il 29 settembre 2021 alle 16:41Aggiornato il 29 settembre 2021, 17:16

L’approvazione di un Documento Economico e Finanziario (DEF) non è mai stato così facile. È stato aggiornato e servirà da quadro per il primo bilancio di Mario Draghi includendo obiettivi di crescita e di finanza pubblica. Il DEF, che è ancora oggetto di aspre discussioni all’interno del governo in quanto precursore di quelli con le autorità europee, è stato presentato con entusiasmo. Aumento delle previsioni di crescita del 6% nel 2021 rispetto al 4,5% inizialmente annunciato ad aprile. Il PIL dovrebbe crescere del 4,2% nel 2022.

Declino netto e più rapido della disabilità

Tale miglioramento consente di accelerare il ritmo di riduzione del disavanzo, in costante aumento negli ultimi decenni ed esploso dopo le misure adottate per contrastare la recessione lo scorso anno (il PIL è diminuito dell’8,9%). Pertanto, il deficit scenderà dall’11,8% del PIL al 9,4% quest’anno e il debito pubblico dal 159,8% del PIL al 155%.

I livelli sono ancora da capogiro, ma per l’esecutivo un ritorno a una migliore ricchezza permette di liberare una “pentola” di 18 miliardi di euro per finanziare le misure ampliate che accompagnano l’ampio piano di rilancio appena varato. Tra questi c’è l’estensione del contributo Eco-Bonus per promuovere lavori di ristrutturazione edilizia o addirittura promuovere la riforma delle prestazioni sociali che sarà introdotta alla fine dell’autunno.

Faciliterebbe anche la sospensione dei contributi relativi a gas ed energia elettrica nel prossimo trimestre per famiglie e piccole e medie imprese per compensare l’aumento dei prezzi dell’energia (gesto a 3,5 miliardi di euro). Anche Pd, M5S e sindacati vogliono rilanciare un salario minimo intorno ai 9 euro orari, che ancora non esiste in Italia.

READ  La magistratura italiana ha respinto la richiesta di scarcerazione totale del giovane belga coinvolto nello scontro

Rendi questa crescita sostenibile e robusta

Mario Draghi si concentrerà innanzitutto su una riforma fiscale di ampio respiro, che verrà introdotta a fine mese per non essere strumentalizzata politicamente nel mezzo della campagna elettorale per le elezioni comunali di questo fine settimana. Riuscirà a mantenere il suo impegno a non aumentare le tasse in Il momento in cui il denaro viene distribuito e non preso ‘, come hanno recentemente promesso i datori di lavoro.

Ma l’amministratore delegato non ha smesso di ricordare che questa ripresa dell’economia italiana è normale dopo una grave recessione. ” La nostra sfida, con le parti sociali e il sistema produttivo, è rendere forte e sostenibile questa crescita. », grazie alle riforme strutturali e 191,5 miliardi di euro al Piano europeo di ripresa.

Il primo bilancio di Mario Draghi sarà presentato al Parlamento il 20 ottobre. “ Sarà un budget esteso, annuncioGià presidente del consiglio. I buoni risultati economici confermano che usciremo dal profondo problema del debito con la crescita. Dovremo adottare misure che lo rendano equo ma soprattutto sostenibile e strutturale, a ritmi superiori a quelli che conoscevamo prima della pandemia.. »

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *