Bella Ciao, l’italiano gratis

Nicoletta Danon, originaria di Tarbes sulla cinquantina, in Italia, avvia il suo laboratorio di lingue. Le lezioni inizieranno giovedì 6 maggio al ritmo di una sessione a settimana, della durata di 2 ore a casa, nel centro di Tarbes o con lo zoom.

Su iniziativa del progetto, Nicoletta insegna italiano da una trentina d’anni. I suoi laboratori sono principalmente dedicati agli adulti e alle persone che vogliono imparare l’italiano per motivi personali… “Per viaggiare in Italia, per sviluppo personale, per curiosità intellettuale, o perché hanno origini italiane…”.

Un approccio non magistrale

Non avendo l’approvazione che le permette di insegnare, ha il suo metodo. “Non sto mirando alla conoscenza della lingua, ma piuttosto alla capacità di usare quella lingua”. Questo è ciò che lei chiama l’approccio comunicativo. Si pone obiettivi di comunicazione molto concreti come: presentarsi, prenotare una stanza in un albergo, fare la spesa … E lavora principalmente sulla comprensione e l’espressione orale per riuscire a comunicare in situazioni che corrispondono a questi obiettivi.

Formule adattate

L’insegnante lavora in piccoli gruppi, perché la situazione sanitaria lo richiede ma anche perché questo formato le sembra ideale.

“È un buon format per convivialità, scambio, condivisione, che dia più dinamicità ai corsi. Questo permette di personalizzare la formazione, pur mantenendo un aspetto user-friendly”.

E dopo ?

Per chi volesse proseguire alla fine del bimestre, Bella Ciao proporrà altri corsi a settembre, con le stesse formule.

READ  L'Italia deve continuare il suo slancio

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *