Bayonetta 3: Battaglie pazze

Otto anni dopo Bayonetta 2Un sequel di questa serie di giochi d’azione è stato finalmente rilasciato su Nintendo Switch. Questa terza opera dimostra una chiara padronanza del suo genere, con battaglie altamente avvincenti, nonostante i punti deboli della sceneggiatura e della grafica.

Copia del gioco e immagini per gentile concessione di nintendo

Al pubblico informato

Prima di lanciarmi in Bayonetta 3, non sapevo quasi nulla della serie. Quindi non sapevo davvero cosa stavo facendo, il che ovviamente ha colorato la mia esperienza. L’introduzione ci lancia nella storia senza un preambolo, partendo dal presupposto che conosciamo Bayonetta e la sua storia. Il gioco è chiaramente rivolto più ai fan della serie che ai nuovi giocatori. L’inizio è stato sorprendente, sia in termini di quantità di informazioni che ci vengono lanciate addosso che di velocità, poiché ci fa iniziare un combattimento solo per essere improvvisamente interrotti da un’altra scena cinematografica. Lo stravagante mondo di gioco sta prendendo forma e ci chiediamo in cosa ci stiamo cacciando!

Sono rimasta scioccata anche dall’introduzione e dall'”empowerment” della stessa Bayonetta, descritta da me come una donna che assume pienamente la sua sessualità. Ma in primo piano incontro una donna che si trova a suo agio nella sua sessualità, sì, ma soprattutto abusata dalla telecamera di un art director corrotto. I primi piani del corpo di Bayonetta non le conferiscono alcun potere; Adorano solo il famoso look maschile. L’introduzione è stata la più grande cometa là fuori, e anche se continuo a brontolare spesso a lezione, era chiaro che Bayonetta aveva la sua agenzia.

Emozionanti meccaniche di combattimento

qualità superiore da Bayonetta 3 È sicuramente un sistema di combattimento che ha qualcosa di esilarante. Gli effetti e le animazioni quando si atterra un gruppo o si schiva un attacco sono semplici e forniscono una soddisfazione immediata. I movimenti e le sequenze sono fluidi. La modalità Allenamento permette di esercitarsi un po’ con le combo e si rivela un must per un giocatore come me che non è un fan dei picchiaduro in generale. Sarà anche molto utile per tutti coloro che vogliono ottenere il miglior punteggio possibile!

READ  Huawei inverte la tendenza e potenzia la nuova fotocamera frontale per Nova 10 e 10 Pro

Summonable Demons, una novità in questo opus, si adatta perfettamente ai gruppi. Power Gauge ti consente di evocarne uno a tua scelta (puoi equipaggiarne fino a tre contemporaneamente) per infliggere enormi danni agli avversari. I demoni hanno le loro combo, ma possono anche inserirsi nelle combo di Bayonetta, raddoppiando la potenza degli attacchi.

In alcune occasioni dobbiamo anche incarnare altri personaggi, come Viola e Jane. Mi è piaciuto molto lo stile forte e crudo di Viola, che respinge gli attacchi piuttosto che schivarli. È stato un gradito cambio di stile e totalmente soddisfacente!

Il gioco ci fornisce un punteggio per ogni combattimento e un punteggio totale alla fine del capitolo. Per ottenere un punteggio elevato, è necessario collegare combo, evitare attacchi ed eliminare rapidamente gli avversari. Questo è l’aspetto che tratterrà i giocatori più competitivi, che potranno rigiocare i capitoli più e più volte per battere il loro punteggio più alto. Il gioco include anche una valutazione online in cui puoi confrontarti con gli altri.

atmosfera pazzesca

Non ci mentiremo a vicenda, paesaggio Bayonetta 3 Ci sono un bel po’ di oggetti e le trame sembrano direttamente da un altro decennio. Il focus è stato invece sui tanti mostri che incontriamo nel corso dei capitoli, che sono dettagliati, anche se spesso sono troppo grandi per essere visti per intero sullo schermo. I sacrifici fatti per la configurazione ripagano almeno nel consentire una prestazione del gioco abbastanza stabile e le battaglie scorrono senza intoppi.

Nonostante queste ambientazioni tristi, i mostri, la musica e il ritmo del gioco riescono ad organizzare un’atmosfera molto emozionante. Le frenetiche sequenze d’azione, le battaglie e le sequenze di esplorazione creano un’esperienza coesa in cui ti allontani.

READ  Ubisoft ha annunciato il suo nuovo gioco, Project Q

Lo scenario è un po’ disarticolato, intrecciato tra i multiversi che devono essere memorizzati. I capitoli presentano regolarmente nuove versioni di Bayonetta o nuovi personaggi che scompaiono nel capitolo successivo. Mantiene tutto dinamico, ma rende anche difficile sentirsi coinvolti nella storia. Inoltre, ci sono molte sequenze in cui il gameplay cambia improvvisamente, con tipi di inseguimento, un pezzo di un platform 2D, o anche uno scontro tra due mostri giganti. Non sai mai cosa aspettarti da una classe all’altra.

In generale, è davvero un gioco basato sulla sua meccanica e sistema di combattimento, che, tra l’altro, ha molto successo. Ma se non si ottiene molta soddisfazione dal mettere insieme le combo per ottenere un punteggio elevato, non c’è molto da ottenere da questo gioco.

Leggi anche: Bayonetta 3: PlatinumGames avrebbe invece offerto a Hellena Taylor $ 15.000

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.