Bagnaia e Ducati ricevuti dal Presidente della Repubblica Italiana – GP Inside

Il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella ha festeggiato il suo ritorno ai vertici del Paese in MotoGP invitando le persone dietro questo successo, tra cui Francesco Bagnaia.

Coloro che sono interessati alla politica o agli edifici italiani potrebbero avere familiarità con il Palazzo del Quirinale, Palazzo del Quirinale in francese, situato a Roma. Un tempo residenza papale e poi reale, è oggi quella del Presidente della Repubblica Italiana. Ed è stato, per qualche ora, teatro di un ricevimento organizzato per il clan Ducati Corse.

Il presidente Sergio Mattarella ha infatti invitato il neo campione del mondo MotoGP, Francesco Bagnaia, oltre agli uomini chiave del progetto Ducati MotoGP, tra cui l’amministratore delegato del marchio di Borgo Panigale, Claudio Domenicali, e il direttore generale di Ducati. Corsica, Gigi Dall’Igna. A palazzo è stata portata anche la Ducati Desmosedici GP22, incoronata a Valencia lo scorso 6 novembre.

Il massimo dei successi di Francesco Bagnaia è stato il primo italiano in MotoGP dal 2009, tredici anni prima, quando Valentino Rossi conquistò il suo nono e ultimo titolo iridato. È stato anche il primo di un costruttore italiano nella categoria regina dal 2007, quando trionfò Casey Stoner. E la prima di un pilota italiano su una moto nel Paese dal 1972, mezzo secolo prima, quando Giacomo Agostini e MV Agusta vinsero insieme.

13 anni dopo Rossi, l’Italia riconquista il trono della MotoGP


READ  La federazione italiana chiede l'allentamento delle restrizioni sanitarie / Italia / SOFOOT.com

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.