Attenzione, questo thriller tossico con protagonista Alain Delon lascerà Netflix alla fine del mese!

Nel 1960 Alain Delon aveva solo 25 anni quando fece una tournée sotto la direzione di René Clément (Parigi sta bruciando?) insieme a Luce del soleÈ la prima apparizione al cinema della scrittrice americana Patricia Highsmith. Tom Ripley, interpretato da Dillon, è uno stupratore straordinario ma carismatico, falsario e maestro che diventa il tuttofare di un giovane erede indifferente, Mr. Greenleaf (Maurice Ronet). In origine, il ruolo del protagonista era inizialmente destinato all’attore Jacques Charrier, mentre ad Alain Delon è stato assegnato il ruolo di Philip Greenleaf. Tuttavia, quest’ultimo è riuscito a convincere il regista ei produttori a incarnare il carismatico protagonista, sostenendo di condividere il suo carattere di delinquente.

Luce del sole: un thriller pungente con Alain Delon

Due anni fa, nel 1958, ha incontrato il leggendario attore Romy Schneider sul set del film Cristina . L’amore a prima vista è istantaneo. Lei ha diciannove anni e lui ventidue, e incarnano bellezza, giovinezza e fama. Sotto i riflettori, l’attore sta per imparare la devozione Luce del sole, Nella pelle del famoso killer contraffatto, incarnato anni dopo da Matt Damon e Dennis Hopper, o addirittura John Malkovich.In questo thriller misterioso, il miliardario di Greenleaf Tom Ripley (Dillon) ha il compito di riportare suo figlio Philip (Maurice Ronet) a San Francisco, mentre la vacanza di quest’ultimo in Italia continua. Tom arriva subito e presto si avvicina a Philip e alla sua amante, Marge (Marie Lafort). Diventa il loro tuttofare e subisce ogni giorno l’umiliazione di un giovane ricco, ma non intende sopportare a lungo questa situazione.

Continuando sotto questo annuncio

Atmosfera elettrica sul set del film

Tuttavia, l’accordo non è stato buono tra gli attori del gruppo. Marie Lafort, l’attrice scomparsa nel 2019, non ha mai nascosto il suo disgusto per Alain Delon, che ha anche definito un “idiota” dopo aver prodotto Luce del sole. Anche il suo biografo, Alan Wodraska, spiega: “Ignorato da Maurice Ronet e Dillon. E il Romy Schneider L’ho presa in giro quando si è unita al suo fidanzato sul set “, Rapporti dei nostri colleghi di Gala. A queste difficili circostanze si aggiungeva il sessismo di Dillon nei suoi confronti. Quando sono arrivato sul set, traduttore Ghepardogridandogli:Vuoi che ti salti addosso? Di fronte al rifiuto di Marie Lafort, l’attore insisterebbe con veemenza: “Non sai cosa perdere!”.Procedura guidata.

READ  Dopo anni di polemiche tra gli eredi, la casa di Giuseppe Verdi in Italia è in vendita

L’articolo è stato scritto in collaborazione con 6Médias

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.