Attacchi razzisti contro la giornalista italo-marocchino Karima Moual

La giornalista italo-marocchina Karima Moual è tornata questa settimana sui messaggi, gli insulti razzisti e le minacce di morte che riceve sui social network. Con Arrêt sur images, l’editorialista de La Stampa e La Repubblica, figura dei talk show politici di Mediaset e specialista in migrazioni, diritti umani e islam, ha confermato di essersi confrontato con questo tipo di post lo scorso anno.

“Quando ho detto che il tema dell’immigrazione è politicizzato e quando ho detto che la mia immagine è più visibile sui televisori italiani, in particolare Mediaset, dove ho confrontato politici o giornalisti di estrema destra che hanno idee o analisi diverse da quelle che propongo” , ha precisato. “Fu allora che mi sono accorta che c’è un pubblico xenofobo e razzista ed è stato uno shock per me”, ha proseguito Karima Moual.

Il giornalista italo-marocchino ha ritenuto che “possiamo avere idee diverse ma non riusciamo a minacciare o insultare i giornalisti perché sono di origine marocchina”. “Il pubblico italiano non è abituato ad avere sulla scena pubblica, politica, profili di personalità che hanno alle spalle un background migratorio”, ha aggiunto.

Ricordiamo che la ONG internazionale Reporters sans frontières (RSF) ha recentemente invitato la classe politica italiana a reagire. Il 7 settembre RSF ha deplorato “l’assenza di reazione da parte dei leader politici” di fronte alle minacce ricevute dal giornalista italo-marocchino.

READ  Italia: archiviato il movente razziale per l'omicidio di un nigeriano

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.