Atalanta e Napoli approfittano del passo falso del Milan

Atalanta Bergamo e Napoli, vittoriose non senza difficoltà su Udinese (3-2) e Crotone (4-3), non hanno perso l’occasione per riavvicinarsi al Milan, appeso sabato dalla Sampdoria (1-1).

Alle spalle della capolista Inter (65 punti), in trasferta in serata verso Bologna, il Milan (60 punti) mantiene il secondo posto nonostante i due punti abbandonati in casa ma vede tornare a pieno ritmo bergamaschi (3 °, 58 punti) e napoletani (4 ° , 56 punti, una partita in meno). In attesa della Juventus (5 °, 55 pt, due partite in meno) si è opposta in prima serata al Torino.

Se il Milan cerca una seconda ventata nella lotta per la Top 4 sinonimo di Champions League, l’Atalanta non vacilla con una settima vittoria nelle ultime otto partite. L’inevitabile Luis Muriel ha infuriato con una doppietta (19 °, 43 °) – 18 gol in Serie A – e il suo connazionale Duvan Zapata ha aggiunto il terzo gol (61 °).

Tre gol “colombiani” sinonimo di tre punti davanti a un’Udinese che non si è mai arresa, riducendo il segno di Roberto Pereyra (45 °) poi Stryger Larsen (71 °).

Anche il Napoli, passato il buco d’aria a febbraio, è ben ripreso in questa folle battaglia europea con cinque vittorie in sei partite.

Contro la lanterna rossa del Crotone, i giocatori di Gennaro Gattuso sembrano aver fatto il più duro portandosi in vantaggio 3-1 all’intervallo grazie a Lorenzo Insigne, marcatore (19 °) poi passante per Victor Osimhen (22 °), e Dries Mertens, autore di un calcio di punizione della scuola nell’abbaino (34 °).

Ma il Crotone è tornato sul 3-3 grazie in particolare alla doppietta del suo attaccante nigeriano Simy (25 °, 48 °), autore di otto gol nelle ultime cinque partite (con tre doppiette)! E ci è voluto un cross di Giovanni Di Lorenzo (72esimo) per assicurare la vittoria napoletana, preziosa prima del finale di capitale di Torino contro la Juventus di mercoledì prossimo.

READ  Continua il sogno azzurro per l'Italia agli Europei

Nella lotta per la C1, la Roma ha fatto la brutta operazione di giornata con il pareggio (2-2) sul prato del Sassuolo, dopo una partita spettacolare. I giallorossi si sono ritirati al 7 ° posto, superati in classifica dalla Lazio (6 °) che ha strappato la vittoria proprio alla fine del match contro La Spezia (2-1), su rigore poco chiaro assegnato dopo il ricorso al VAR (88 °).

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *