Ashraf Hakimi riceve un nuovo scudo

Il nazionale marocchino Achraf Hakimi continua a raccogliere riconoscimenti personali grazie alle sue esibizioni di successo con il Paris Saint-Germain e la selezione marocchina.

Il lato destro volante degli Atlas Lions, autorizzati a rimanere nel Regno dell’Arabia Saudita, ha vinto sabato i Joy Awards, premiando il miglior atleta arabo per l’anno 2022, premiato dalla Saudi Entertainment Authority.

Questo evento è stata una grande opportunità per i Barisani per onorare sua madre, Fatima, che non ha mancato di esprimere il suo orgoglio nel ricevere questo simbolico trofeo da suo figlio.

Un segno di grande apprezzamento da parte dell’ex giocatore del Real Madrid nei confronti di colei che ha dovuto lavorare come addetta alle pulizie nei cantieri per aiutare il marito nelle necessità della famiglia.

Ashraf Hakimi proviene da una famiglia povera e non ha avuto un’infanzia facile, prima che la sua vita prendesse una svolta drammatica nel 2006, dopo essere entrato a far parte dell’Accademia del Real Madrid.

Nel 2017, a 19 anni, entra a far parte della prima squadra del “Merengue” e finisce per attirare l’attenzione del suo allenatore di allora, Zinedine Zidane.

Successivamente, ha trascorso un periodo in prestito con il Borussia Dortmund prima di passare all’Inter nel 2020. Dopo aver guadagnato il consenso in Italia, il nazionale marocchino è passato al Paris Saint-Germain per 60 milioni di euro.

READ  Eurovision Junior: tutto su Lisandro, questo 13enne francese che ha vinto la 20esima edizione

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.