Arkady Rothenberg, diventato miliardario da Vladimir Putin

oligarchi

Dall’attacco di Mosca all’Ucraina, questi ricchi uomini d’affari russi sono stati presi di mira con sanzioni occidentali per il loro sostegno al Cremlino. L’origine delle loro vaste fortune, il loro rapporto con Vladimir Putin… Quest’estate, Lops ti racconta il mondo degli oligarchi dipingendo un ritratto di quattro di loro. Cerca gli episodi man mano che arrivano il nostro profilo.

È un’amicizia di quasi sessant’anni. Poco è stato rivelato sui primi anni di Vladimir Putin a Leningrado, Ritorna San Pietroburgo nel 1991. Ma i resoconti autorevoli della vita del presidente russo riportano sempre una piccola battuta che ufficializza l’inizio della sua amicizia con Arkady Rotenberg, quando i due adolescenti iniziarono ad allenarsi presso lo stesso centro di arti marziali nel 1964. Il giovane Putin ha 12 anni. Rothenberg, 13 anni. In questo club i due bambini praticano il judo e anche il sambo, un’arte marziale russa, una miscela locale di sport da combattimento dedicati all’autodifesa.

Possiamo toccare con mano la solidità dei legami di amicizia intessuti nelle lunghe ore trascorse a perfezionare la loro presa sul tatami. Entrambi sono appassionati che sono passati alla cintura nera. Basta osservare il loro percorso negli ultimi sessant’anni per comprendere la solidità della reciproca fedeltà che li unisce. Arkady Rothenberg, che divenne un allenatore, e suo fratello Boris, che tornò da lui

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.