Appenderò questa maglietta al muro.

Appenderò questa maglietta al muro.

“Questa maglia, la appenderò al muro”, dice il corridore francese Paul Lapira che, al suo primo Tour in Italia, ha indossato la maglia azzurra di miglior scalatore al termine della seconda tappa di domenica.

Presente alla fuga di oggi per il suo primo Grand Tour, Norman della AG2R-Citroën ha colto l’occasione per agguantare sei punti nella classifica della montagna e superare un altro francese, Thomas Champion (Cofidis), anch’egli in fuga, e il britannico Tao Geoghegan Hart.

“Ne sfrutterò al massimo.”

“Prendere la fuga faceva parte del piano questa mattina. Ho una buona velocità quindi sapevo che avrei potuto lottare per la maglia di miglior scalatore. Conoscevo molto bene i ragazzi che mi hanno accompagnato davanti, in particolare Thomas Champion che ha anche vive a Chambery”, ha confermato il corridore adulto di The age is 22, ed è al suo secondo anno da professionista.

“Una maglia speciale per il mio primo Grand Tour, è bellissima. Ne approfitterò al massimo. Queste sono cose che non accadono spesso nella professione. Questa maglia, la appenderò al muro, ” ha aggiunto Lapira.

Il Normandy è cresciuto a Saint-Hilaire-du-Harcout, come il suo compagno di squadra Mikael Sherrill, 37 anni, che da giovane era il suo idolo. Un altro corridore AG2R-Citroën, Geoffrey Bouchard, assente al Giro d’Italia di quest’anno, è riuscito a mantenere la maglia azzurra di miglior scalatore fino al termine della corsa. giroscopio nel 2021.

READ  Le grandi ambizioni dell'Italia

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *