Anteprima Francia – Italia: la Francia sta affrontando il suo destino, e 50 milioni (quasi) francesi spingeranno i Blues alle 10:20

Forza ragazzi, è ora. Non è domani non è ieri, questa frase è inutile ma ci siamo capiti. Alle 10:20 in ogni caso, la Francia del basket sarà davanti al suo schermo per spingere al massimo i suoi eroi, anche se la notte appena trascorsa potrebbe aver già lasciato il segno. Ma quando ami, non conti, tranne i punti di Evan Fournier.

10:20, e poi sapremo quale squadra affronterà la Francia in caso di vittoria contro l’Italia. Smettila, pessima idea. Pessima idea perché è bene su questa partita e non su un’altra che i Blues dovranno concentrarsi, senza commettere l’errore di credersi migliori degli italiani, anche se è vero, dimostrando loro comunque questo stato di affari sul campo. Italiani meritevoli e non a caso, italiani eccezionali durante il TQO di Belgrado e affiancati poi da Danilo Gallinari, italiani solidi in girone con due vittorie contro Nigeria e Germania e, soprattutto, bravissimi nonostante la sconfitta contro l’Australia. Questa squadra italiana chi è? Una squadra che sa giocare insieme, una squadra che ha sfruttato appieno le finestre della FIBA ​​per costruire un collettivo e un’identità. Con volti noti alla community NBA ovviamente (Danilo quindi ma anche Nicolo Melli e Nico Mannion), ma anche leader un po’ meno famoso ma per tutti quei riferimenti al Vecchio Continente (Achille Polonara, Simone Fontecchio, Gennaro Gattuso). Una furia azzurra capace di incendiarsi in ogni momento e bisognerà essere pronti, pronti a difendere, pronti a correre, pronti a rinforzare il gioco come Robert Pirès nel post-talk di Mémé.

Trap match per eccellenza ma sia chiaro, la Francia ha tra le sue fila qualcosa per ostacolare notevolmente la follia italiana. Evan Fournier dovrà continuare il suo formidabile slancio, Nando De Colo non è mai apparso così sereno in Blue, i nostri interni sono solidi e complementari, Nico Batum ispira fiducia, i nostri attori hanno voce in capitolo e soprattutto, non dobbiamo dire al nostro avversario di giornata che a volte tagliamo i nostri spaghetti e perfino, a volte, li mangiamo con pane e/o ketchup. Fisicamente? La Francia sembra essere in testa. Atleticamente? Lo stesso. Individualmente? Non sono sicuro che Yvette Horner e il suo papato sinistro manterranno le distanze contro i nostri leader. In breve, non fate gli idioti ragazzi, non è che sia “facile”, è piuttosto che hai i mezzi per rendere “facile” questa partita, per il 200esimo di Vincent Collet alla guida dell’EDF.

READ  Giro d'Italia - Edoardo Affini: "Ganna è troppo forte per il momento"

10:20, Saitama, partite per tenere gli occhi aperti, TrashTalk in diretta con alcune occhiaie e il cuore sanguinante in blu, bianco e rosso. La sfida è immensa per la squadra francese, probabilmente raggiungere Luka Doncic in semifinale, sarà un altro paio di maniche ma… hop hop hop che abbiamo detto: focus Italia, quando andiamo non li lasciamo nemmeno il calcio europeo, i 100 metri maschili E il torneo di basket, giusto?

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *