André Rieu al Centro Videotron: re del valzer e maestro dello spettacolo

André Rieu al Centro Videotron: re del valzer e maestro dello spettacolo

Si dice che sia il re del valzer, ma davanti a più di 11.000 persone riunite giovedì sera al Centro Videotron, il direttore d’orchestra e violinista olandese André Rieu ha ricordato che era anche un maestro nell’arte di intrattenere il pubblico.

Per raggiungere questo obiettivo, ha tre assi nella manica: la sua ampia rilettura di arie classiche, gospel, d’opera e pop, da Ravel e Verdi a Elvis Presley e Little Richard, la sua personalità carismatica e il suo caratteristico senso dell’umorismo.

Ne abbiamo una dimostrazione eloquente a pochi minuti dall’inizio della cerimonia.

L’orchestra di Johann Strauss aveva appena fatto il suo ingresso trionfale al suono della marcia militare Ingresso dei gladiatoriattraversando tutto il piano del Centro Videotron per raggiungere il palco, quando André Rieu ha notato due spettatori che si dirigevano frettolosamente ai loro posti.

“È troppo tardi”, disse loro. Veniamo dai Paesi Bassi e siamo puntuali. »

Coro Gospel dinamico

Il tono è impostato. Divertente per l’artista 73enne, che ha imparato con tanto piacere come pronunciare l’espressione pelle d’oca Il francese, utilizzato per il resto della serata, è stato il filo conduttore di questo grande concerto che ha riunito quasi un centinaio di artisti su un palco semicircolare.



André Rieu e la sua orchestra suoneranno giovedì al Videotron Center.

Agenzia fotografica QMI, Pascal Huot

Nonostante il gran numero di musicisti e la loro completa maestria, sono state le voci a fare la differenza. A questo proposito, l’integrazione di un coro gospel dovrebbe essere accolta con favore. In una sezione composta da Ti seguirò, Amen E Oh giorno felicei suoi cantanti stupiscono con le loro corde vocali potenti e flessibili e con il loro dinamismo contagioso.

READ  Il ritorno di "Miracle Friend" in tv

Cito anche i soprani teatrali Anna Majchrzak e Michaela Oesti, rispettivamente incaricate dell’interpretazione appartengo a me E basato su Il nome di Caro, di Verdi. Sorprendentemente, hanno entusiasmato anche il pubblico.

Vivacità e tristezza


André Rieu e l'Orchestra Johann Strauss hanno deliziato giovedì più di 11.000 spettatori al Videotron Center.

Agenzia fotografica QMI, Pascal Huot

Non possiamo immaginare un concerto dei Metallica senza di esso Burattinaiole esibizioni di André Rieu arrivano con la loro quota di classici del repertorio classico.

posto all’inizio della strada, Volare E Funicola Funicola Porta vivacità alla festa in movimento il fiore E Cattedrale dell’altopianoquest’ultima cullata da un gruppo di cornamuse, ha giocato meravigliosamente la carta della malinconia.

Una svolta verso Strauss, l’idolo di Rio, era chiaramente all’ordine del giorno, e mentre il maestro di cerimonie tirava fuori il suo famoso Stradivari, diverse coppie sul palco hanno potuto ballare il valzer. Danubio Blu Prima impeccabile e grandioso, Bolerodi Ravel.



André Rieu e l'Orchestra Johann Strauss hanno deliziato giovedì più di 11.000 spettatori al Videotron Center.

André Rieu e l’Orchestra Johann Strauss, giovedì, in Quebec.

Agenzia fotografica QMI, Pascal Huot

Ricordiamo che Andre Rieu ha utilizzato con successo lo stesso trucco con stati d’animo diversi. Pertanto, dopo a Libiamo Una coppa veniva consegnata in mano in modo solenne e cerimoniale Non posso fare a meno di innamorarmi Presa in prestito dal Re, la sua straordinaria grazia ha riportato tutti sul sentiero delle emozioni crude.

  • Dopo il Quebec, André Rieu e l’Orchestra Johann Strauss faranno tappa venerdì sera al Bell Centre di Montreal.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *