6 gradi di separazione? Dipende da

Scienza. Si dice spesso che il mondo sta diventando sempre più piccolo grazie alle nuove tecnologie e che sarà possibile comunicare con chiunque, con pochi mezzi. È la cosa giusta, mi chiedo rilevatore di voci.

L’origine della voce

L’idea che chiunque sul pianeta potesse essere raggiunto in pochi passi fu accennata per la prima volta nel 1929 nel racconto Catene La scrittrice ungherese Frigis Karinthe. Il narratore annuncia che la Terra sta diventando sempre più piccola, quindi un personaggio scommette che può creare un legame tra due persone selezionate casualmente usando non più di cinque mezzi. Il concetto era ancora popolare 60 anni dopo, al punto da ispirare lo spettacolo Sei gradi di separazione John Gower, che era Portato sullo schermo nel 1993.

Può essere matematicamente dimostrato??

Molti scienziati hanno provato a dimostrare questo concetto, tra cui Stanley Milgram, il famoso psicologo americano Esperienza di sottomissione. In un articolo pubblicato nel 1967 sulla popolare rivista Psicologia oggiriassumi la domanda come: se due persone non si conoscono personalmente, quanti intermediari sarebbero necessari per stabilire un contatto?

Dalla fine degli anni Cinquanta, Ricercatori del MIT e dell’IBM Prova a risolvere questa domanda con un approccio matematico. Supponendo che l’individuo medio abbia circa 500 conoscenti, hanno stimato che c’è solo una possibilità su 200.000 che due americani si conoscano. Tuttavia, secondo le probabilità, ci sarà una possibilità in due che saremo in grado di collegarli grazie a due soli mezzi.

Tuttavia, questo modello non è perfetto. Per esempio, milligrammo Ha notato che la maggior parte dei 500 conoscenti di un amico di una persona sono probabilmente già tra i conoscenti di quella persona. Inoltre, il modello matematico non tiene conto delle barriere sociali che potrebbero esistere, aggiunge in un secondo Articolo pubblicato nel 1970.

READ  Le diete ad alto contenuto proteico riducono la fertilità maschile

Che dire della vita reale?

Milgram e il suo assistente Jeffrey Travers Prova a risolvere il problema In prove condotte in Kansas, Nebraska e Los Angeles. Il principio è sempre lo stesso. Una persona viene selezionata casualmente da un’altra città del paese e a un gruppo di persone viene chiesto di presentargli un documento. Se non lo conoscono personalmente, dovrebbero inviarlo ai sensitivi che fanno parte della loro conoscenza.

Così Milgram e Travers hanno misurato il numero di mediatori necessari per riuscire nella sfida. La lunghezza delle catene che hanno raggiunto la loro destinazione variava da 2 a 10 broker. Tuttavia, in media, da 5 a 6 persone sono state sufficienti per comunicare con 2 persone.

E l’emergere delle comunicazioni elettroniche? nel 2003, Duncan WattUn sociologo americano assunto da Microsoft ha condotto un esperimento simile, questa volta utilizzando le e-mail. Più di 98.000 partecipanti hanno dovuto inviare un’e-mail a una delle 18 persone target selezionate in 13 paesi diversi. Ha stimato che era possibile raggiungere la persona target in 5-7 passi. L’esperimento è stato ripetuto nel 2007 con più di 85.000 persone provenienti da 163 paesi.

barriere sociali

Tuttavia, questi risultati sono stati criticati, in particolare da Judith S. Kleinfeld, Professore di Psicologia presso l’Università dell’Alaska a Fairbanks. Nota che si parla poco del tasso di successo molto basso di queste prove.

Infatti, in uno realizzato in Kansas, solo 3 documenti su 60 hanno raggiunto la persona target. Nello studio del Nebraska, solo 64 delle 217 serie hanno raggiunto il destinatario: solo una percentuale di successo del 29%. Nel caso del processo condotto a Los Angeles, questo tasso scende al 22%. Nell’esperimento di Watts con le e-mail, il tasso di successo è stato ancora più basso, variando dallo 0,1% allo 0,5%.

READ  Queste api hanno inventato una rete di comunicazione

Secondo Milgram, le ragioni principali di questi fallimenti erano che alcuni broker non erano interessati al progetto o non sapevano a chi inviare il documento. Tuttavia, già nel 1967, riconosceva che le strutture sociali costituiscono un grande ostacolo al principio dei sei gradi di separazione. Ci saranno barriere che significano che le reti di comunicazione a due persone non potranno mai oltrepassare. Oltre al fatto che sarà difficile raggiungere persone che vivono in comunità molto isolate.

Come scriveva Watts nel 2003, sebbene alcune persone siano riuscite a trovare strategie per stabilire contatti con estranei, nella maggior parte dei casi non esiste un percorso semplice: lo dimostra la rottura delle catene.

L’influenza dei social network

Pertanto, gli esperimenti condotti da Milgram e Watts non consentono di determinare le vere connessioni tra le persone, poiché il risultato dipende in parte dalla motivazione e dall’intraprendenza dei partecipanti. I ricercatori hanno superato questo ostacolo grazie ai social network.

Nel 2008, gli scienziati hanno utilizzato Sistema di messaggistica istantanea Microsoft Per studiare le comunicazioni tra gli utenti. Hanno analizzato un campione di 1.000 persone di una comunità di 240 milioni di utenti per un periodo di un mese. Hanno calcolato che la distanza media tra due utenti era di 6,6 salti, o 5,6 mediane.

Tuttavia, questo calcolo è stato effettuato da utenti che hanno comunicato con altri utenti durante la durata della prova. Quindi i collegamenti tra utenti inattivi durante questo periodo non sono stati presi in considerazione.

Il team di Facebook ha ritenuto opportuno farlo Esperienza simile Nel 2011 i suoi utenti, che contavano 721 milioni di persone, ovvero il 10% della popolazione mondiale. Hanno calcolato che nel 92% dei casi, gli individui erano entro 5 o meno mediane l’uno dall’altro. La distanza media tra gli utenti era di 4,74 salti, che è un intermedio di 3,74.

READ  Cosa deve la scienza a Marianne Diamond, la donna che ha spiegato il cervello di Einstein?

Regola

È infatti possibile collegare due persone che non si conoscono, grazie a un numero limitato di mezzi. I social network potrebbero aver ridotto il numero di persone che ci separano. Tuttavia, molti fattori personali o sociali rendono questi percorsi difficili da rilevare o prevedere.

Link all’articolo originale

https://www.sciencepresse.qc.ca/actualite/detecteur-rumeurs/2022/10/18/6-degres-separation-dependation

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.