1973, Ingrid Bergmann nella sua carriera

Nata il 29 agosto 1915, Ingrid Bergmann è deceduta lo stesso giorno del 1982. Questa attrice svedese è famosa a Hollywood e ha vinto due Oscar durante la sua carriera. Indipendente e istruita, rimane una figura iconica nella storia del cinema del XX secolo. Uno sguardo alla vita passionale di una donna.

Nel maggio 1973, l’attrice era presidente della giuria di Cannes, alle 20:00 in TF1, evocando il cinema che si sviluppa come tutte le arti, e che le era più facile all’inizio di quest’arte. “A volte mi chiedo cosa stiamo cercandoGuardi la sua carriera e trovi scenari cinematografici più complessi di quanto non fossero in passato. La sua carriera cinematografica è alle spalle, si dedica al teatro ma spera di interpretare un giorno un ruolo che desidera. .

(Credito immagine: Ina Picture Library, Cannes 1973)

Dalla Svezia a Hollywood

Ingrid Bergmann è nata a Stoccolma, in Svezia, il 29 agosto 1915. Era senza madre quando aveva tre anni, e suo padre l’ha cresciuta fino alla sua morte, quando aveva dodici anni.
Appassionata di teatro, è entrata per un anno alla Royal Theatre School di Stoccolma, durante il quale ha fatto il suo debutto cinematografico. Ha girato molti film in Svezia, incluso Intermezzo, Nel 1936.
Questo film le cambia la vita e le permette di essere notata dal produttore americano David O. Selznick. Nel 1939, la invitò a recitare in un remake del film.

È stata avviata la sua carriera internazionale, in cui gli sono stati offerti una serie di ruoli importanti (Casablanca, per chi sente il rumore del vetro, fa male – che le è valso un Oscar come migliore attrice – e Jan Dark). La sua popolarità è cresciuta di film in film ed è diventata l’attrice più pagata di Hollywood. Un altro momento importante della sua carriera: l’incontro con Alfred Hitchcock che lo renderà il volto di tre dei suoi film più famosi (Doctor Edwards House, Strings and Capricorn Lovers.)

READ  "La UEFA non ci porterà fuori dalla Champions League"

Una relazione romantica e leggendaria con Roberto Rossellini

La giovane donna è nel fiore degli anni quando avrà un altro incontro cruciale che cambierà il corso della sua vita. Nel 1949 incontra il regista italiano Roberto Rossellini che sta girando con lui Stromboli. Tra di loro inizia un’appassionata storia d’amore. Ingrid Bergman lascia il suo allora marito, Peter Lindstrom, e la figlia Pia, per vivere una relazione coniugale con il regista italiano. Avrà tre figli. La sua posizione causò allora uno scandalo nell’America puritana. Attacchi congiunti da parte di gruppi religiosi, femministe e politici le hanno impedito di entrare nel cinema americano per sette anni. Durante questo periodo italiano, Ingrid Bergman ha girato quattro film sotto la regia di Rossellini: Europa 51, viaggio in Italia, paura, in ballo Giovanna. Nel 1957 Ingrid e Roberto si separano.

1957: Un tuono, Ingrid Bergman e Roberto Rossellini, dopo 8 anni insieme, divorzia tumultuosamente.

Deve il suo ritorno a Hollywood per il suo ruolo da protagonista Anastasia Di Anatole Litvak (1956), e ha vinto il suo secondo Academy Award.

1969: l’attrice rilascia un’intervista in cui parla della sua famiglia.

Una delle più grandi attrici di tutti i tempi è tornata

L’attrice inizia le riprese per il cinema americano ed europeo.

Nel 1973 è stata presidente della giuria del Festival di Cannes. Quando le è stato chiesto del suo ruolo più importante, ha risposto … Giovanna d’Arco. Nel 1975, ha vinto il suo terzo e ultimo Academy Award nella sua carriera, per il suo ruolo di supporto in Criminalità Orient Express.
Due anni dopo, ha vinto un’altra nomination all’Oscar per il ruolo di Charlotte, la talentuosa pianista ma che si meriti o meno, in Sonata d’autunno
Di Ingmar Bergman. Questo sarà il suo ultimo ruolo sul grande schermo.

READ  Bando per progetti di produzione cinematografica tunisino-italiana

Nel 1980, ospite degli Apostrofi, rievoca il suo intimo rapporto con la lingua francese.

Nel 1982, nel giorno del suo 67 ° compleanno, Ingrid Bergman morì a Londra di cancro al seno.

Il suo ultimo premio dopo la sua morte. Questo è un Emmy Award per la migliore attrice per il ruolo di Golda Meir nella serie TV Una donna di nome Golda.
Ingrid Bergmann è entrata nella storia del cinema come una delle sue più grandi attrici. Nel 1999, è stata contrassegnata dall’American Film Institute come la quarta più grande attrice di tutti i tempi, in una classifica I 100 anni di AFI … 100 stelle.

Per più :

Vantaggi del materiale audio e video sull’attrice.

Redazione Ina il 01/04/2021 alle 17:13. Ultimo aggiornamento 01/04/2021 17:28.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *