15 paesi firmano il patto generale di Kellogg Briand

Il 27 agosto 1928, quindici commissari ratificarono a Parigi il patto Kellogg Briand.

Proposta binaria

Nel 1927, il ministro degli esteri francese propose al Segretario di Stato degli Stati Uniti di dover in un trattato l’uso della guerra per risolvere le controversie internazionali.

Il segretario di Stato americano Frank Billings Kellogg propone di estendere questa dichiarazione ad altri paesi per il bene della pace mondiale.

Aristide Briand sostiene la riconciliazione tra Francia e Germania.

Nello stabilire la Carta Generale, ci sono tre eroi.

I tre principali rappresentanti sono Aristide Briand, ministro degli esteri francese, Frank Billings Kellogg, segretario di Stato degli Stati Uniti, e Gustav Stresemann, ministro degli esteri tedesco.

trattato multilaterale

Il 27 agosto 1928, quindici ministri in rappresentanza del loro Paese si incontrarono alle 15:00 al Quai d’Orsay a Parigi per firmare il patto di “abbandono della guerra”.

Tra i quindici firmatari ci sono Germania, Stati Uniti, Italia, Giappone e Gran Bretagna.

I firmatari del Patto di Parigi condannano e rinunciano alla guerra per risolvere le controversie internazionali.

L’accordo adotta uno dei grandi principi della Società delle Nazioni ma incorpora gli Stati Uniti.

Il patto generale per la “rinuncia alla guerra” è stato firmato da 63 paesi ed è entrato in vigore il 24 luglio 1929.

La seconda guerra mondiale iniziò nel 1939 e terminò nel 1945.

READ  La Spagna restituisce i resti di tre europei uccisi in Burkina Faso

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *